Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 3048 del 01/02/2022

Cassazione civile sez. VI, 01/02/2022, (ud. 16/11/2021, dep. 01/02/2022), n.3048

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE L

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. LEONE Margherita Maria – Presidente –

Dott. MARCHESE Gabriella – Consigliere –

Dott. CALAFIORE Daniela – rel. Consigliere –

Dott. BUFFA Francesco – Consigliere –

Dott. DE FELICE Alfonsina – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso per conflitto di competenza iscritto al n. RG 8296/2021

sollevato dal Tribunale di Chieti con ordinanza n. rg 129/2021 del

24/03/2021 nel procedimento vertente tra:

R.I., da una parte;

INPS – ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE, dall’altra;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 16/11/2021 dal Consigliere Relatore Dott.ssa

CALAFIORE DANIELA;

lette le conclusioni scritte del PUBBLICO MINISTERO, in persona del

SOSTITUTO PROCURATORE GENERALE DOTT. VISONA’STEFANO, il quale chiede

che la Corte di Cassazione dichiari la competenza del Tribunale di

Vasto in funzione di giudice del lavoro.

 

Fatto

RILEVATO

che:

Il giudice del lavoro di Chieti ha richiesto regolamento d’ufficio di competenza in relazione all’ordinanza del giudice del lavoro del Tribunale di Roma, con la quale quest’ultimo ha declinato la competenza per territorio in favore del giudice del lavoro richiedente, in controversia promossa da R.I., ai sensi dell’art. 445 bis c.p.c., al fine di ottenere l’accertamento dello stato invalidante prescritto per beneficiare dell’indennità di accompagnamento; il regolamento, come osservato dalla Procura generale, è ammissibile in quanto tempestivamente proposto e relativo ad ipotesi di conflitto negativo virtuale di competenza per materia e territorio inderogabile ai sensi dell’art. 45 c.p.c. (Cass. n. 8426 del 2019);

esso è fondato;

va applicato l’art. 444 c.p.c., come modificato dal D.Lgs. n. 51 del 1998, art. 86, a mente del quale le controversie in materia di previdenza e assistenza obbligatoria indicate dall’art. 442 c.p.c. sono di competenza del tribunale – in funzione di giudice del lavoro – nella cui circoscrizione ha la residenza l’attore;

il Comune di Scemi, ove pacificamente risiede sin dalla presentazione del ricorso ex art. 445 bis c.p.c. R.I., ricade all’interno della Circoscrizione del Tribunale di Vasto e tale Tribunale sarà effettivamente soppresso il 14 settembre 2022 per effetto del D.Lgs. n. 155 del 2012, art. 11 come da ultimo modificato dal D.L. n. 162 del 2018, art. 8, comma 6;

la competenza, quindi, è del giudice del lavoro di Vasto, nel cui circondario è compreso il Comune di Scemi, ove risiede la ricorrente R.I.;

l’istanza di regolamento di competenza d’ufficio, pertanto, deve essere accolta e dichiarata la competenza del Tribunale Giudice del lavoro di Chieti. Nessuna statuizione va assunta in tema di spese.

PQM

La Corte dichiara la competenza del Tribunale Giudice del lavoro di Chieti dinanzi al quale rimette le parti, con termine di giorni 60 dalla comunicazione della presente ordinanza per la riassunzione del giudizio.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 16 novembre 2021.

Depositato in Cancelleria il 1 febbraio 2022

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA