Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 29982 del 13/12/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 29982 Anno 2017
Presidente: SCALDAFERRI ANDREA
Relatore: ACIERNO MARIA

sul ricorso 8376-2015 proposto da:
SO.EL.IN . S.A.S. di NIASTROSLMONE & C. IN LIQUIDAZIONE
p.i. 029324307875, in persona del liquidatore e legale rappresentante,
elettivamente domiciliata in ROMA, PIAZZA ADRIANA n.11, presso
lo studio dell’avvocato SALVATORE PIERMARTINI, rappresentata
e difesa dall’avvocato GIUSEPPE IPPOLITO;

– ricorrente contro
TECNOQUADRI SOCIETÀ’ COOPERATIVA A R.L. IN
Liquidazione;

– intimata avverso la sentenza n. 1137/2014 della CORTE D’APPELLO di
CATANIA, depositata il 29/07/2014;

Data pubblicazione: 13/12/2017

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata del 10/10/2017 dal Consigliere Dott. MARIA ACIERNO.

RAGIONI DELLA DECISIONE

dell’impugnazione proposta dalla So.E1.In. S.a.s. in liquidazione, ha
confermato la pronuncia di primo grado con la quale era stata accolta
la domanda di revocatoria fallimentare, proposta dalla “fecnoquadri
S.c.a.r.l. in liquidazione coatta amministrativa nei confronti della
So.E1.In. medesima, per l’importo di t: 13.994,34.

A sostegno della decisione la Corte territoriale ha affermato che il
motivo d’appello, concernente l’erroneità della pronuncia di primo
grado sulla prova della consapevolezza dello stato di insolvenza da
parte della So.E1.In., doveva ritenersi inammissibile per difetto di
specificità ex art. 342 c.p.c., dal momento che l’appellante non aveva
censurato le precise argomentazione del giudice di prime cure.
La censura è stata altresì ritenuta infondata, sulla base del rilievo che, in
tema di accertamento della conoscenza dello stato di insolvenza, i
protesti, in forza del loro carattere di anomalia rispetto al normale
adempimento dei debiti d’impresa, si inseriscono nel novero degli
elementi indiziari rilevanti. D’altra parte, il credito vantato dalla
So.E1.In. nei confronti della Tecnoquadri per provvigioni non può
valorizzarsi come elemento di prova dell’inconsapevolezza dello stato
di decozione, trattandosi di un dato che è supportato solo da quanto
genericamente dedotto negli scritti difensivi. Nemmeno la scelta di
mantenere i rapporti commerciali può essere valorizzatb a tal fine,
essendo solo un indizio non univoco e pertanto inidoneo a dimostrare
Ric. 2015 n. 08376 sez. M1 – ud. 10-10-2017
-2-

Con sentenza n. 1137/2014 la Corte d’appello di Catania, investita

l’ignoranza dello stato di insolvenza. Infine, ha rilevato la Corte
distrettuale che non è stato fornito alcun dato dimensionale della
società appellante, con la conseguenza non è possibile apprezzare la
rilevanza, per la società medesima, del maturato credito.

sulla base di un unico motivo, con cui viene denunciata, ex art. 360, n.
3, c.p.c., la violazione dell’art. 67,1.f., in relazione agli artt. 2697 e 2729
c.c., per avere ritenuto provata la conoscenza dello stato di insolvenza
pur in assenza di un quadro probatorio non univoco, supportato
unicamente da indizi non aventi i requisiti di gravità, precisione e
concordanza.
Non svolge difese l’intimata Tecnoquadri.
Il ricorso è inammissibile.
La decisione della Corte d’appello è fondata su due rationes decidendi,
ciascuna delle quali sufficiente a sostenere il decisum. La prima è relativa
alla statuizione di inammissibilità del motivo d’appello per genericità ai
sensi dell’art. 342 c.p.c.; la seconda, invece, attiene al merito. Essendo
l’unico motivo di ricorso diretto esclusivamente a contestare
quest’ultima ratio, deve farsi applicazione del principio in base a cui «ove
la senten.za sia sorretta da una pluralit à di ragioni, distinte ed autonome, ciascuna
delle quali

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA