Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 29573 del 14/11/2019

Cassazione civile sez. VI, 14/11/2019, (ud. 10/10/2019, dep. 14/11/2019), n.29573

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MOCCI Mauro – Presidente –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – Consigliere –

Dott. LA TORRE Maria Enza – rel. Consigliere –

Dott. DELLI PRISCOLI Lorenzo – Consigliere –

Dott. CAPOZZI Raffaele – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 27654-2018 proposto da:

G.V., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA TIBULLO 10,

presso lo studio dell’avvocato GUIDO FIORENTINO, rappresentato e

difeso dall’avvocato LORENZO MARCO AGNOLI;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE, (C.F. (OMISSIS)), in persona del Direttore pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12,

presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e

difende, ope legis;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 554/10/201jò della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE dell’EMILIA ROMAGNA, depositata il 20/02/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 10/10/2019 dal Consigliere Relatore Dott.ssa LA

TORRE MARIA ENZA.

Fatto

RITENUTO

che:

G.V., socio unico della Marina Park srl, ricorre con cinque motivi (1: violazione di legge per inapplicabilità del raddoppio dei termini; 2: violazione di legge per presunzione basata su altra presunzione; 3: violazione di legge e omesso esame di un fatto decisivo per il giudizio per nullità dell’accertamento per mancata sottoscrizione del capo dell’Ufficio o di altro impiegato della carriera direttiva delegato; 4: violazione di legge per mancata concessione della provvisoria sospensione; 5: omesso esame mezzi di prova ex art. 360 c.p.c., n. 5), per l’annullamento della sentenza della CTR dell’Emilia Romagna n. 554/10/2017, dep. 20.2.2018, che, su impugnazione di avviso di accertamento per Irpef anno 2009, confermando la sentenza di primo grado, ne ha respinto l’appello.

L’Agenzia si è costituita con controricorso. Successivamente in data 13 maggio 2019 ha proposto istanza di estinzione del giudizio e comunicazione di provvedimento in autotutela con il quale ha comunicato di avere annullato parzialmente l’avviso di accertamento impugnato dandone comunicazione al contribuente. Ciò in relazione alla sentenza della CTR Emilia Romagna, n. 3430/10/17 emessa nei confronti della società e passata in giudicato.

Diritto

CONSIDERATO

che:

la questione ancora controversa riguarda il D.L. n. 98 del 2011, art. 39, comma 12, per quel che concerne l’individuazione degli atti le cui liti sono definibili secondo la procedura descritta nel medesimo articolo, rinvia alla L. n. 289 del 2002, art. 16 che, al comma 3, dà una definizione di lite pendente intendendo per tale ” quella in cui è parte l’Agenzia delle Entrate avente ad oggetto avvisi di accertamento, provvedimenti di irrogazione delle sanzioni e ogni altro atto di imposizione, per i quali, è stato proposto

l’atto introduttivo del giudizio, nonchè quella per la quale l’atto introduttivo sia stato dichiarato inammissibile con pronuncia non passata in giudicato”;

Considerato che non ricorrono, pertanto, i presupposti per la decisione ai sensi dell’art. 375 c.p.c..

P.Q.M.

Rimette gli atti alla Quinta sezione civile di questa Corte.

Così deciso in Roma, il 10 ottobre 2019.

Depositato in cancelleria il 14 novembre 2019

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA