Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 29222 del 13/11/2018

Cassazione civile sez. VI, 13/11/2018, (ud. 19/07/2018, dep. 13/11/2018), n.29222

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. D’ASCOLA Pasquale – Presidente –

Dott. PICARONI Elisa – rel. Consigliere –

Dott. FALASCHI Milena – Consigliere –

Dott. ABETE Luigi – Consigliere –

Dott. CRISCUOLO Mauro – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso per conflitto di competenza, iscritto al n. 7144/2018

R.G., sollevato dal Giudice di Pace di Gaeta con ordinanza del

28/02/2016 nel procedimento vertente tra:

M.R., da una parte, e PREFETTURA DI NAPOLI, dall’altra, ed

iscritto al n. 12728/2009 R.G. di quell’Ufficio.

Udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 19/07/2018 dal Consigliere dott. Elisa Picaroni.

Lette le conclusioni scritte del Pubblico Ministero, in persona del

Sostituto Procuratore Generale Mistri Corrado, che chiede alla Corte

di Cassazione di dichiarare la competenza del Giudice di Pace di

Napoli trattare il procedimento in epigrafe indicato.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Ritenuto che il Giudice di pace di Napoli, originariamente adito da M.R. con ricorso in opposizione all’ordinanza-ingiunzione emessa dalla Prefettura di Napoli a seguito del rigetto del ricorso amministrativo avverso il verbale di contestazione della violazione dell’art. 126-bis C.d.S., comma 2, elevato dalla Polizia stradale di Napoli, declinò la competenza ritenendo territorialmente competente il Giudice di Pace di Gaeta, nella cui sfera di competenza rientra il Comune di Formia nel quale risiede la ricorrente;

che il Giudice di pace di Gaeta, dinanzi al quale la causa è stata riassunta, ha richiesto d’ufficio il regolamento di competenza ai sensi dell’art. 45 c.p.c., ritenendo che la competenza appartenga al Giudice di pace di Napoli, luogo in cui ha sede l’organo di polizia procedente presso il quale sarebbe dovuta pervenire la comunicazione omessa;

che il Pubblico Ministero ha concluso, ai sensi dell’art. 380-ter c.p.c., per la declaratoria di competenza del Giudice di pace di Napoli:

che le parti non hanno svolto difese.

Considerato che si verte in tema di competenza territoriale inderogabile, e perciò è ammissibile il regolamento d’ufficio;

che questa Corte ha enucleato da tempo il principio secondo cui l’opposizione avverso l’ordinanza-ingiunzione emessa per infrazioni al codice della strada (così come quella avverso il verbale di contestazione dell’infrazione), quando l’illecito sia di tipo omissivo, va proposta dinanzi al giudice del luogo in cui si sarebbe dovuta tenere la condotta che invece è mancata;

che pertanto, nel caso di contestazione della violazione, da parte del proprietario del veicolo, dell’obbligo di fornire i dati del conducente ex art. 126-bis C.d.S., comma 2, competente a conoscere della relativa opposizione è il giudice di pace del luogo dove ha sede l’organo accertatore al quale quei dati avrebbero dovuto essere inviati (ex plurimis, Cass. 15/03/2017, n. 6651; Cass. 24/02/2012, n. 2910);

che, nella specie, risulta dagli atti che la comunicazione prescritta dall’art. 126-bis citato avrebbe dovuto pervenire al Comando della Polizia stradale di Napoli;

che, conformemente alla richiesta del PG e in accoglimento del regolamento, si deve dichiarare la competenza del Giudice di pace di Napoli, dinanzi al quale le parti sono rinviate, ai sensi dell’art. 50 c.p.c..

P.Q.M.

La Corte dichiara la competenza del Giudice di pace di Napoli.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della 6-2 Sezione civile, il 19 luglio 2018.

Depositato in Cancelleria il 13 novembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA