Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 29072 del 11/11/2019

Cassazione civile sez. I, 11/11/2019, (ud. 24/09/2019, dep. 11/11/2019), n.29072

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DE CHIARA Carlo – Presidente –

Dott. SCOTTI Umberto L. C. G. – Consigliere –

Dott. VALITUTTI Antonio – rel. Consigliere –

Dott. TRICOMI Laura – Consigliere –

Dott. FALABELLA Massimo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 24529/2015 proposto da:

Banca Carige S.p.a., in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in Roma, Via Arno n. 88, presso

lo studio dell’avvocato Ungari Trasatti Camillo che la rappresenta e

difende unitamente all’avvocato Cassinelli Roberto Nicola, giusta

procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

C.N., elettivamente domiciliato in Roma, Via Michele Mercati

n. 51, presso lo studio dell’avvocato Marotta Nicola che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato Cataldo Massimo,

giusta procura in calce ai controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 796/2015 della CORTE D’APPELLO di GENOVA, del

29/06/2015;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

24/09/2019 dal Cons. Dott. VALITUTTI ANTONIO.

Fatto

RILEVATO

che:

la Banca Carige s.p.a. ha proposto ricorso per cassazione nei confronti della sentenza n. 796/2015, emessa dalla Corte d’appello di Genova, depositata il 29 giugno 2015, con la quale è stato respinto l’appello proposto dall’odierna ricorrente avverso la decisione n. 2575/2011 del Tribunale di Genova, che aveva accolto l’opposizione al decreto ingiuntivo n. 153/2006, emesso a favore della banca e nei confronti di C.N., quale fideiussore della COS. INT. s.p.a. in liquidazione;

il resistente C. ha replicato con controricorso.

Diritto

RITENUTO

che:

nel caso di specie, attesa la controvertibilità delle questioni oggetto di ricorso, non sussistano i presupposti per la decisione camerale ex art. 380 bis c.p.c. e che, pertanto, la causa debba essere rimessa alla pubblica udienza, ai sensi dell’art. 375 c.p.c., comma 2, come novellato dalla L. 25 ottobre 2016, n. 197, art. 1 bis.

P.Q.M.

Rimette la causa alla pubblica udienza.

Così deciso in Roma, il 24 settembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 11 novembre 2019

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA