Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2881 del 03/02/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. trib., 03/02/2017, (ud. 12/12/2016, dep.03/02/2017),  n. 2881

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. TIRELLI Francesco – Presidente –

Dott. CAIAZZO Rosario – rel. Consigliere –

Dott. TEDESCO Giuseppe – Consigliere –

Dott. PERRINO Angelina Maria – Consigliere –

Dott. CARBONE Enrico – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 6539/2012, proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del direttore pro tempore,

elettivamente domiciliato in Roma, alla via dei Portoghesi 12,

presso l’Avvocatura generale dello Stato, che la rappresenta e

difende ope legis;

– ricorrente –

contro

Xaninvest s.r.l., in persona del legale rappres. p.t., elett.te

domic. in Roma, alla via M. Mercati n. 51, rappres. e difesa dagli

avv.ti E. Luponio e P. Picozzi, con procura speciale a margine del

controricorso;

– controricorrente –

Equitalia Marche Due s.p.a., in persona del legale rappres. P.t.;

– intimata –

avverso la sentenza n. 26/01/11 della commissione tributaria delle

Marche, depositata il 25/01/2011;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

12/12/2016 dal Consigliere dott. Rosario Caiazzo;

udito per il ricorrente l’avvocato Meloncelli che ha chiesto che sia

dichiarata la cessazione della materia del contendere per rinuncia

gli atti, con compensazione delle spese;

udito il P.M. in persona del Sostituto procuratore generale dott.ssa

Zeno Immacolata, che ha concluso per la cessazione della materia del

contendere.

Fatto

RAGIONI DELLA DECISIONE

Preliminarmente, il collegio delibera di procedere alla redazione della motivazione in forma semplificata.

A seguito del deposito del ricorso proposto dall’Agenzia delle entrate, avverso la sentenza della CTR delle Marche, l’agenzia delle entrate ha presentato atto di rinuncia al ricorso, con compensazione delle spese, considerato l’accordo conciliativo stipulato tra le parti.

La rinuncia è stata accettata dal contribuente con atto depositato il 28.11.2016.

Pertanto, il giudizio va estinto, compensando le spese.

PQM

La Corte dichiara l’estinzione del giudizio, compensando le spese.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 12 dicembre 2016.

Depositato in Cancelleria il 3 febbraio 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA