Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28803 del 31/12/2013


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 1 Num. 28803 Anno 2013
Presidente: CARNEVALE CORRADO
Relatore: DE CHIARA CARLO

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
SAVOIA GIUSEPPE (C.F. SVAGPP51A02D508J), rappresentato
e difeso, per procura speciale a margine del ricorso,
dall’avv. Leonardo Musa ed elett.te dom.to presso lo
studio del medesimo in Roma, Piazza Giovanni Randaccio
n. 1

– ricorrente contro
FALLIMENTO TOTARO VINCENZO, in persona del curatore

ord. 86

ott. Gennaro Palomba, rappresentato e difeso, per pro-

2013
cura speciale a margine del controricorso, dall’avv.
Antonio Casilli ed elett.te dom.to in Roma, Viale Maz-

Data pubblicazione: 31/12/2013

zini n. 73, presso lo studio dell’avv. Giuseppina Ivone

controricorrente

avverso la sentenza della Corte d’appello di Lecce n.
498/09 depositata il 21 settembre 2009;

udienza del 2 ottobre 2013 dal Consigliere dott. Carlo
DE CHIARA;
udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale dott. Lucio CAPASSO, che ha concluso per
l’estinzione del giudizio di cassazione;
rilevato che prima dell’udienza è stato depositato rituale atto di rinunzia al ricorso da parte del ricorrenti, debitamente comunicato all’avvocato di parte
controricorrente;
ritenuto che pertanto, ai sensi degli artt. 390 e 391
c.p.c., deve dichiararsi l’estinzione del giudizio di
cassazione per intervenuta rinunzia al ricorso;
ritenuto, che, posta l’applicabilità del richiamato
art. 391 nel testo modificato dal d.lgs. 2 febbraio
2006, n. 40, essendo stata la sentenza impugnata pubblicata in data successiva a quella dell’entrata in vigore di esso, possa altresì omettersi la condanna del
rinunziante alle spese processuali;
P.Q.M.
La Corte dichiara estinto il giudizio di cassazione per rinunzia al ricorso.

2

udita la relazione della causa svolta nella pubblica

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del

il 2 ottobre 2013.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA