Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28704 del 23/12/2011

Cassazione civile sez. lav., 23/12/2011, (ud. 17/11/2011, dep. 23/12/2011), n.28704

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMOROSO Giovanni – Presidente –

Dott. NOBILE Vittorio – Consigliere –

Dott. MAMMONE Giovanni – Consigliere –

Dott. MANNA Felice – rel. Consigliere –

Dott. BALESTRIERI Federico – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

sentenza

sul ricorso proposto da:

C.G., elettivamente domiciliato in ROMA, LUNGOTEVERE

DEI MELLINI 24, presso lo studio dell’avvocato ALESSANDRO NICOLETTI,

che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato GUGLIELMINETTI

PIER GIACOMO, giusta delega in atti;

– ricorrente –

contro

I.N.P.S. – ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE, in persona

del suo Presidente e legale rappresentante pro tempore, in proprio e

quale mandatario della S.C.C.I. S.P.A. – Società di

Cartolarizzazione dei Crediti I.N.P.S., elettivamente domiciliati in

ROMA, VIA DELLA FREZZA 17, presso l’Avvocatura Centrale

dell’Istituto, rappresentati e difesi dagli avvocati CORRERA

FABRIZIO, CALIULO LUIGI, SGROI ANTONINO, giusta delega in atti;

– controricorrenti –

e contro

UNIRISCOSSIONI S.P.A.;

– intimata –

avverso la sentenza n. 1026/2006 della CORTE D’APPELLO di TORINO,

depositata il 25/07/2006 r.g.n. 544/05;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

17/11/2011 dal Consigliere Dott. ANTONIO MANNA;

udito l’Avvocato CARLA D’ALOISIO per delega SGROI ANTONINO;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

SERVELLO Gianfranco, che ha concluso per estinzione per rinuncia.

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Con sentenza 31 maggio 2006 la Corte d’Appello di Torino rigettava il gravame proposto da C.G. contro la sentenza del Tribunale della stessa sede – emessa in contraddittorio con l’INPS, anche quale mandatario della Società di Cartolarizzazione dei Crediti INPS – S.C.C.I. S.p.A. e la UNIRISCOSSIONI S.p.A. – che ne aveva respinto l’opposizione alla cartella di pagamento n. (OMISSIS) con la quale gli era stato ingiunto il pagamento di Euro 2313,63 a titolo di contributi IVS presso la gestione commercianti e somme aggiuntive per gli anni 2001/2002.

Per la cassazione di tale sentenza ha proposto ricorso il C. affidandosi a tre motivi, poi ulteriormente illustrati con memoria ex art. 378 c.p.c..

L’INPS resiste con controricorso.

L’intimata UNIRISCOSSIONI S.p.A. non ha svolto attività difensiva.

Nelle more, in data 14.12.2010, il ricorrente ha depositato atto – notificato – di rinuncia al ricorso.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

L’intervenuta rinuncia al ricorso da parte del C. comporta estinzione del giudizio.

Le spese del giudizio di legittimità si compensano per intero fra le parti, atteso che l’INPS ha aderito alla rinuncia con compensazione delle spese.

P.Q.M.

LA CORTE dichiara estinto il giudizio per rinuncia. Compensa per intero fra le parti le spese.

Così deciso in Roma, il 17 novembre 2011.

Depositato in Cancelleria il 23 dicembre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA