Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28476 del 15/12/2020

Cassazione civile sez. VI, 15/12/2020, (ud. 04/11/2020, dep. 15/12/2020), n.28476

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. LOMBARDO Luigi Giovanni – Presidente –

Dott. GRASSO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. TEDESCO Giuseppe – Consigliere –

Dott. FORTUNATO Giuseppe – Consigliere –

Dott. BESSO MARCHEIS Chiara – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA PER CORREZIONE ERRORE MATERIALE

sul ricorso 36108-2019 proposto da:

C.I., C.G., elettivamente domiciliati in

ROMA, VIA DEI GRACCHI 187, presso lo studio dell’avvocato MARCELLO

MAGNANO SAN LIO, rappresentati e difesi dall’avvocato GIROLAMO

RIZZUTO;

– ricorrenti –

contro

M.A., G.A.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 15249/2017 della CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

di ROMA, depositata il 20/06/2017;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 04/11/2020 dal Consigliere Relatore Dott. GIUSEPPE

GRASSO.

 

Fatto

RITENUTO

che:

C.I. e C.G., difesi dall’avv. Girolamo Rizzuto, instano perchè venga eliminato refuso, frutto di materiale errore, consistito nell’affermazione nel dispositivo della sentenza n. 15249, depositata il 20/6/2017, con la quale venne rigettato il ricorso proposto da G.A. e M.A. nei confronti dei C., di distrazione del rimborso delle spese, al quale vennero condannati i ricorrenti, in favore dell’avv. F.E., constando, per contro che il predetto professionista non ebbe ad assistere i controricorrenti e che l’effettivo difensore, avv. Girolamo Rizzuto, non aveva chiesto distrazione delle spese;

che, pertanto deve farsi luogo a correzione dell’errore materiale siccome in dispositivo.

PQM

dispone, a correzione di materiale, che nel dispositivo della sentenza di questa Sezione n. 15249/2017, depositata il 20/6/2017, dopo le parole “che liquida” debba aversi per non apposta la frase: “Dispone distrarsi le predette spese in favore dell’avvocato F.E., del Foro di Napoli”. Manda alla cancelleria per l’annotazione di legge.

Così deciso in Roma, il 4 novembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 15 dicembre 2020

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA