Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28464 del 07/11/2018

Cassazione civile sez. lav., 07/11/2018, (ud. 25/09/2018, dep. 07/11/2018), n.28464

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MANNA Antonio – Presidente –

Dott. NEGRI DELLA TORRE Paolo – rel. Consigliere –

Dott. ARIENZO Rosa – Consigliere –

Dott. DE GREGORIO Federico – Consigliere –

Dott. LEONE Margherita Maria – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 18867/2014 proposto da:

GRUPPO GORLA S.P.A., in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEL CORSO 504,

presso lo studio dell’avvocato NICOLA IELPO, che la rappresenta e

difende unitamente all’avvocato MARIO IELPO, giusta delega in atti;

– ricorrente –

contro

B.S., C.R., E.G.

,.T.G.R., tutti domiciliati in ROMA, PIAZZA CAVOUR, presso la

CANCELLERIA DELLA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE, rappresentati e

difesi dall’avvocato MANUELA ANGELA SCAFFIDI DOMIANELLO, giusta

delega in atti;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 573/2013 della CORTE D’APPELLO di MILANO,

depositata il 01/08/2013, R.G.N. 2457/2010.

Fatto

PREMESSO

che con sentenza n. 573/2013, depositata in data 1 agosto 2013, la Corte di appello di Milano ha (parzialmente) accolto il gravame di B.S., C.R., E.G. e T.G.R. nei confronti della sentenza del Tribunale della stessa sede, che ne aveva respinto le domande volte alla condanna della Gruppo Gorla S.p.A. al pagamento dell’importo corrispondente al valore della prestazione resa per provvedere al lavaggio degli indumenti di lavoro, e per l’effetto ha condannato la società a pagare, a favore degli appellanti, la somma, equitativamente determinata, pari alla retribuzione straordinaria diurna per il tempo di un’ora alla settimana, nei limiti della prescrizione decennale e a decorrere dalla data di ricevimento della richiesta di tentativo di conciliazione;

– che avverso detta sentenza ha proposto ricorso per cassazione Gruppo Gorla S.p.A. con nove motivi;

– che i lavoratori hanno resistito con controricorso;

– che risulta depositata da EDRIA S.p.A. (già Gruppo Gorla S.p.A.) istanza di estinzione del giudizio.

Diritto

RILEVATO

che l’atto depositato contiene, a seguito di avvenuta composizione della lite, la rinuncia della ricorrente al ricorso e l’adesione alla rinuncia, sottoscritta da ciascuna delle controparti e dal loro difensore;

– che sussistono, pertanto, le condizioni perchè possa farsi luogo alla richiesta estinzione, ai sensi degli artt. 390 e 391 c.p.c.;

– che l’adesione delle controparti dispensa, poi, dalla pronuncia sulle spese processuali (art. 391, comma 4).

P.Q.M.

La Corte dichiara l’estinzione del giudizio.

Così deciso in Roma, nell’adunanza camerale, il 25 settembre 2018.

Depositato in Cancelleria il 7 novembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA