Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28431 del 07/11/2018

Cassazione civile sez. I, 07/11/2018, (ud. 28/09/2018, dep. 07/11/2018), n.28431

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DIDONE Antonio – Presidente –

Dott. PAZZI Alberto – rel. Consigliere –

Dott. VELLA Paola – Consigliere –

Dott. CAMPESE Eduardo – Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso n. 15813/2015 proposto da:

Fallimento (OMISSIS) S.r.l. in Liquidazione, in persona del curatore

Dott. M.M., elettivamente domiciliato in Roma, Via

Bressanone n. 7, presso lo studio dell’Avvocato Federico Igor

Ludwig, rappresentato e difeso dall’Avvocato Alessandro Osnato

giusta procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

Ing. Ma.Am.Vi.Gi., elettivamente domiciliato in

Roma, Piazza Vescovio n. 21, presso lo studio dell’Avvocato Tommaso

Manferoce, che lo rappresenta e difende unitamente all’Avvocato

Umberto Stradella giusta procura in calce al controricorso;

– controricorrente –

avverso il decreto n. 6383/2015 del TRIBUNALE di MILANO depositato il

21/05/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

28/09/2018 dal cons. PAZZI ALBERTO;

lette le conclusioni scritte del P.M., in persona del Sostituto

Procuratore Generale CAPASSO LUCIO, che ha chiesto il rigetto del

ricorso.

Fatto

FATTI DI CAUSA

1. Il Giudice delegato al fallimento della società (OMISSIS) s.r.l. in liquidazione rigettava l’istanza di insinuazione al passivo presentata dall’ing. Ma.Am.Vi.Gi., in relazione al contratto di consulenza concluso con la compagine fallita in data 23 dicembre 2010, per l’importo di Euro 18.000 oltre oneri previdenziali e I.V.A., ritenendo che difettasse la prova delle prestazioni da cui sarebbe derivato il credito vantato.

2. Il Tribunale di Milano, con decreto depositato in data 21 maggio 2015, accoglieva l’opposizione proposta dall’ing. Ma., ammettendo il credito al passivo, poichè la congerie istruttoria disponibile dimostrava come nel periodo a cui si riferivano le due fatture azionate l’opponente avesse effettivamente svolto le mansioni di consulente tecnico, nelle forme dell’attività di direzione tecnica.

3. Ha proposto ricorso per cassazione avverso questa statuizione il fallimento (OMISSIS) s.r.l. al fine di far valere due motivi di impugnazione.

Ha resistito con controricorso l’ing. Ma..

Il Procuratore Generale ha depositato conclusioni scritte, ex art. 380 bis.1 c.p.c., sollecitando il rigetto del ricorso.

A seguito dell’omologa della proposta di concordato fallimentare presentata dal Villa Cantoni s.r.l. da parte del Tribunale di Milano e della conseguente chiusura del fallimento si è costituito in giudizio il terzo assuntore, quale cessionario di tutto l’attivo fallimentare, ivi comprese le azioni giudiziali promosse dalla procedura.

Diritto

RAGIONI DELLA DECISIONE

4. Occorre rilevare che il terzo assuntore del concordato, subentrato nelle azioni giudiziali promosse dalla procedura prima dell’omologazione, ha depositato atto di rinuncia al ricorso, sottoscritto dal difensore, munito del relativo potere.

I difensori della parte controricorrente, in forza dei poteri loro conferiti, hanno depositato memoria con cui hanno espressamente accettato la rinuncia compiuta dalla controparte.

Ricorrono pertanto le condizioni per dichiarare l’estinzione del presente giudizio di cassazione.

Non vi è necessità di alcuna pronuncia in ordine alle spese, ai sensi dell’art. 394 c.p.c., tenuto conto dell’adesione alla rinuncia ad opera del controricorrente.

P.Q.M.

La Corte dichiara estinto il processo di cassazione per rinuncia.

Così deciso in Roma, il 28 settembre 2018.

Depositato in Cancelleria il 7 novembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA