Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28350 del 07/11/2018

Cassazione civile sez. trib., 07/11/2018, (ud. 08/05/2018, dep. 07/11/2018), n.28350

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. BRUSCHETTA Ernestino Luigi – Presidente –

Dott. FUOCHI TINARELLI Giuseppe – Consigliere –

Dott. NONNO Giacomo Maria – Consigliere –

Dott. CATALLOZZI Paolo – Consigliere –

Dott. SUCCIO Roberto – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 17967/2011 R.G. proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del Direttore pro tempore,

rappresentata e difesa dall’Avvocatura Generale dello Stato, con

domicilio eletto in Roma, via Dei Portoghesi, n. 12, presso

l’Avvocatura Generale dello Stato;

– ricorrente –

contro

P.R. CONTROSOFFITTI s.r.l., rappresentata e difesa giusta delega in

atti dall’avv. Nunzio Lanteri;

– controricorrente –

Avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale del Lazio

n. 66/34/10 depositata il 17/05/2010, non notificata;

Udita la relazione della causa svolta nell’adunanza camerale del

8/5/2018 dal Consigliere Dott. Roberto Succio.

Fatto

RILEVATO

che:

– con la sentenza di cui sopra la Commissione Tributaria Regionale ha respinto l’appello dell’Amministrazione Finanziaria, confermando la pronuncia di prime cure;

– avverso la sentenza di seconde cure propone ricorso per Cassazione l’Agenzia delle Entrate con ricorso affidato a un unico motivo. La società contribuente non ha svolto attività difensiva in questa sede;

– con il solo motivo di ricorso si denuncia violazione e/o falsa applicazione del D.P.R. n. 633 del 1973, art. 27 e D.P.R. n. 100 del 1998, art. 1, in relazione all’art. 360 c.p.c., comma 1, n. 3, per aver la CTR erroneamente ritenuto tempestivi i versamenti dell’IVA effettuati dopo il giorno 16 del mese successivo alla liquidazione IVA, ma entro il giorno 16 del secondo mese successivo alla liquidazione.

Diritto

CONSIDERATO

che:

– il ricorso è fondato;

– questa Corte, con orientamento costante che in questa sede ritiene di ulteriormente confermare (Sez. 5, Sentenza n. 15636 del 24/07/2015), ritiene che in materia d’IVA, la scelta del regime fiscale di contabilità presso terzi non comporta alcuno slittamento dei termini per i versamenti periodici dell’imposta, atteso che del D.P.R. n. 100 del 1998, stesso art. 1,comma 4, prevede espressamente che la liquidazione IVA debba essere effettuata entro il termine previsto dal comma 1 (il giorno 16 di ciascun mese seguente) anche nell’ipotesi in cui la società abbia optato per il regime di contabilità presso terzi, per cui non vi è ragione di ritenere che al diverso metodo di calcolo dell’imposta corrisponda anche un diverso termine per il suo versamento;

– ne deriva la fondatezza del ricorso, non avendo la CTR fatto corretta applicazione delle disposizioni di legge rilevanti;

– peraltro, non risultando necessari accertamenti o valutazioni di fatto, la controversia può decidersi nel merito con il rigetto del ricorso del contribuente introduttivo del presente giudizio, ferma restando la rinuncia (che è in atti) da parte del Fisco a parte della pretesa;

nella particolarità della vicenda processuale, consistono le ragioni che consentono di compensare le spese di ogni fase di grado.

P.Q.M.

accoglie il ricorso, cassa la sentenza impugnata e decidendo nel merito rigetta il ricorso del contribuente dando atto che la cartella nella parte relativa al recupero del credito di imposta sugli incrementi occupazionali è stata oggetto di rinuncia alla pretesa. Compensa le spese di ogni fase di grado.

Così deciso in Roma, il 8 maggio 2018.

Depositato in Cancelleria il 7 novembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA