Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2827 del 05/02/2021

Cassazione civile sez. lav., 05/02/2021, (ud. 08/10/2020, dep. 05/02/2021), n.2827

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. BERRINO Umberto – Presidente –

Dott. D’ANTONIO Enrica – rel. Consigliere –

Dott. MANCINO Rossana – Consigliere –

Dott. CALAFIORE Daniela – Consigliere –

Dott. CAVALLARO Luigi – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 2532-2015 proposto da:

EUROAGRICOLA S.S., in persona del legale rappresentante pro tempore,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DI VILLA SEVERINI 54, presso

lo studio dell’avvocato GIOVANNI CONTESTABILE, rappresentata e

difesa dagli avvocati ORONZO MAZZOTTA, ALESSANDRO MARRI;

– ricorrente –

contro

I.N.P.S. – ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE, in persona

del suo Presidente e legale rappresentante pro tempore, in proprio e

quale mandatario della S.C.C.I. S.P.A. – Società di

Cartolarizzazione dei Crediti I.N.P.S. C.F. (OMISSIS), elettivamente

domiciliati in ROMA, VIA CESARE BECCARIA 29, presso l’Avvocatura

Centrale dell’Istituto, rappresentati e difesi dagli avvocati

ANTONINO SGROI, LELIO MARITATO, CARLA D’ALOISIO, EMANUELE DE ROSE;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 792/2014 della CORTE D’APPELLO di BOLOGNA,

depositata il 15/07/2014 R.G.N. 205/2013;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

08/10/2020 dal Consigliere Dott. ENRICA D’ANTONIO.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

1. La Corte d’appello di Bologna ha confermato la sentenza del Tribunale di Rimini di rigetto della domanda della soc. EuroAgricola, proprietaria di terreni situati in zona montana, volta ad ottenere la condanna dell’Inps alla restituzione della somma di Euro 113.578 corrisposte per contributi, ma non dovuti stante l’esenzione totale dal pagamento dei contributi agricoli per i dipendenti con qualifica di operai a tempo determinato ed indeterminato, prevista e disciplinata dalla L. n. 991 del 1952, art. 8.

La Corte ha escluso la persistente vigenza della normativa di cui all’art. 8 citato in conformità alla decisione di questa Corte n. 19420/2013, stante la sopravvenuta abrogazione tacita di detta norma ad opera della L. n. 67 del 1988, art. 9, comma 5.

2. Avverso la sentenza ricorre la soc. Euroagricola. Resiste l’Inps.

3. Nelle more del giudizio la ricorrente ha depositato atto di rinuncia al ricorso, notificato all’Inps.

Stante la regolarità della rinuncia e della sua accettazione, visto l’art 390 c.p.c., il giudizio va dichiarato estinto con compensazione delle spese di causa considerato il comportamento processuale della rinunciante.

P.Q.M.

Dichiara estinto il giudizio, spese compensate.

Così deciso in Roma, il 8 ottobre 2020.

Depositato in Cancelleria il 5 febbraio 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA