Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28226 del 04/11/2019

Cassazione civile sez. III, 04/11/2019, (ud. 17/09/2019, dep. 04/11/2019), n.28226

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ARMANO Uliana – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – Consigliere –

Dott. SCODITTI Enrico – Consigliere –

Dott. VALLE Cristiano – rel. Consigliere –

Dott. TATANGELO Augusto – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso n. 10373/2018 proposto da:

D.M., P.A., S.R., elettivamente

domiciliati in Roma Via degli Scipioni n. 256/b presso lo studio

dell’AVVOCATO ALESSANDRO ORSINI che li rappresenta e difende

unitamente agli AVVOCATI ARMANDO CROCE e ALESSANDRA CROCE;

– ricorrenti –

contro

Pi.Al., domiciliato in Roma, presso la Cancelleria Civile

della Corte di Cassazione, rappresentato e difeso dagli avvocati

Giuseppe ed Alfonso Tedeschi;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 5194/2017 della CORTE d’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 19/01/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

17/09/2019 da Cristiano Valle.

Fatto

FATTI DI CAUSA

D.M., P.A. e S.R. hanno

impugnato per cassazione, con cinque motivi di ricorso, la sentenza

della Corte di Appello di Napoli, Sezione specializzata agraria, n.

05194 del 19/01/2018.

Pi.Al. ha resistito con controricorso.

La causa è stata avviata alla trattazione in adunanza non partecipata.

Diritto

RAGIONI DELLA DECISIONE

Risulta depositata, in data 11/07/2019, rituale rinuncia al ricorso

per cassazione, a firma di D.M., P.A. e

S.R..

La rinuncia risulta accettata da Pi.Al. e sottoscritta per

visto ed adesione dagli Avvocati Alessandra e Armando Croce e Giuseppe

ed Alfonso Tedeschi.

Nella rinuncia le parti hanno, altresì, convenuto sulla compensazione totale delle spese del grado di legittimità.

La rinuncia soddisfa i requisiti di cui all’art. 390 c.p.c., comma 2, per cui a norma dell’art. 391 c.p.c., comma 4, sussistono le condizioni per dichiarare l’estinzione del presente giudizio di cassazione.

Deve pertanto essere dichiarata l’estinzione del processo con compensazione delle spese di questo giudizio.

Quanto al contributo unificato, deve escludersene il raddoppio

atteso che la controversia rientra nell’ambito di quelle agrarie, per le

quali è da ritenersi esclusa l’applicazione del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 13, comma 1 quater.

P.Q.M.

dichiara l’estinzione del processo;

dichiara compensate tra le parti le spese di questo grado di legittimità;

rilevato che dagli atti il processo risulta esente, non si applica il D.P.R. n. 115 del 2002, art. 13, comma 1 quater.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio della Corte di Cassazione nella Sezione Terza Civile, il 17 settembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 4 novembre 2019

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA