Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 28049 del 16/12/2013


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Sent. Sez. 3 Num. 28049 Anno 2013
Presidente: BERRUTI GIUSEPPE MARIA
Relatore: SCARANO LUIGI ALESSANDRO

PU

SENTENZA

sul ricorso 6305-2008 proposto da:
BUX

PASQUALE

elettivamente

BXUPQL54B30A662W,

domiciliato ex lege in ROMA, presso la CANCELLERIA
DELLA CORTE DI CASSAZIONE, rappresentato e difeso
dall’Avvocato SERRA NICOLA giusta delega in atti;
– ricorrente contro

20i13
1890

elettivamente

MSTNMR41A42L425X,

ANNAMARIA

MASTROLONARDO

domiciliata

in

ROMA,

VIALE

DELL’UNIVERSITA’ 11, presso lo studio dell’avvocato
FABBRI

FRANCESCO,

rappresentata

1

e

difesa

Data pubblicazione: 16/12/2013

dall’avvocato BELLOMO GIACOMO giusta delega in atti;
– controricorrente

avverso la sentenza n. 1147/2007 della CORTE
D’APPELLO di BARI, depositata il 06/12/2007 R.G.N.
1071/2005;

udienza del 11/10/2013 dal Consigliere Dott. LUIGI
ALESSANDRO SCARANO;
udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore
Generale Dott. CARMELO SGROI che ha concluso per
l’inammissibilita’ del ricorso, in subordine per il
rigetto.

2

udita la relazione della causa svolta nella pubblica

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Con sentenza del 6/12/2007 la Corte d’Appello di Bari, in
accoglimento del gravame interposto in via principale dalla sig.
Annamaria Mastrolonardo e in conseguente riforma della pronunzia
Trib. Bari 12/4/2005, ha condannato il sig. Pasquale Bux, il cui

somma a titolo di risarcimento del danno dalla prima subito per
averle quest’ultimo restituito l’immobile già condotto in
locazione ad uso professionale non <>.
Con il 2 ° motivo denunzia <> su
punto decisivo della controversia, in riferimento all’art. 360,
l ° co. n. 5, c.p.c.
Pone al riguardo i seguenti quesiti: <>, alla <>, al
rifiuto opposto alla <>, ala <> con cui «la Sig.ra
Mastrolonardo lamentava alcuni presunti danni riscontrati
nell’immobile>>, ai <>, alla
«perizia giurata dell’ing. Consiglio>>, alla <>, al <>, al «punto 11 del medesimo contratto>>, al «punto 5>>
dello <>, alla <

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA