Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27916 del 07/12/2020

Cassazione civile sez. VI, 07/12/2020, (ud. 29/10/2020, dep. 07/12/2020), n.27916

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMENDOLA Adelaide – Presidente –

Dott. DE STEFANO Franco – Presidente di Sez. –

Dott. TATANGELO Augusto – rel. Consigliere –

Dott. CRICENTI Giuseppe – Consigliere –

Dott. PORRECA Paolo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al numero 35186 del ruolo generale dell’anno

2018, proposto da:

R.M., (C.F.: (OMISSIS)) rappresentato e difeso dagli

avvocati Franco Muratori (C.F.: MRT FNC 66P18 H501K) e Riccardo

Contardi (C.F.: H501Q);

– ricorrente –

nei confronti di:

ROMA CAPITALE, (C.F.: (OMISSIS)), in persona del Sindaco, legale

rappresentante pro tempore PROVINCIA DI LATINA (C.F.: (OMISSIS)), in

persona Presidente, del legale rappresentante pro tempore AGENZIA

DELLE ENTRATE – RISCOSSIONE (C.F.: (OMISSIS)), in persona del legale

rappresentante pro tempore;

MINISTERO DELL’INTERNO, (C.F.: (OMISSIS)), in persona del Ministro,

legale rappresentante pro tempore;

– intimati –

per la cassazione della sentenza del Tribunale di Roma n. 11356/2018,

pubblicata in data 4 giugno 2018;

udita la relazione sulla causa svolta nella camera di consiglio in

data 29 ottobre 2020 dal consigliere Augusto Tatangelo.

 

Fatto

MOTIVI

Non vi è prova della regolare instaurazione del contraddittorio nei confronti dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione (ADER). Va pertanto disposta la rinnovazione della notificazione del ricorso nei confronti di quest’ultima, nel termine indicato in dispositivo.

P.Q.M.

La Corte:

dispone la rinnovazione della notificazione del ricorso all’Agenzia delle Entrate – Riscossione, nel termine di 30 giorni dalla comunicazione del presente provvedimento.

Depositato in Cancelleria il 7 dicembre 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA