Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2791 del 09/02/2010

Cassazione civile sez. un., 09/02/2010, (ud. 02/02/2010, dep. 09/02/2010), n.2791

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CARBONE Vincenzo – Primo Presidente –

Dott. ELEFANTE Antonino – Presidente di sezione –

Dott. MERONE Antonio – Consigliere –

Dott. GOLDONI Umberto – Consigliere –

Dott. SALVAGO Salvatore – Consigliere –

Dott. FORTE Fabrizio – Consigliere –

Dott. MACIOCE Luigi – rel. Consigliere –

Dott. TOFFOLI Saverio – Consigliere –

Dott. SPIRITO Angelo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 8113/2009 proposto da:

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, in persona del Ministro pro tempore,

COMMISSIONE ESAMINATRICE DEL CONCORSO NOTARILE INDETTO CON D.M.

20/12/2002, in persona del Presidente pro tempore, elettivamente

domiciliati in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12, presso l’AVVOCATURA

GENERALE DELLO STATO, che li rappresenta e difende ope legis;

– ricorrente –

contro

G.S. ((OMISSIS)), elettivamente domiciliata in

ROMA, VIA CONDOTTI 9, presso lo studio dell’avvocato SCHETTINO

Giuseppina, che la rappresenta e difende, per delega a margine del

controricorso;

– controricorrente –

e contro

T.F., C.C., G.M.C.;

– intimati –

avverso la decisione n. 1242/2008 del CONSIGLIO DI STATO, depositata

il 27/03/2008;

uditi gli avvocati Wally FERRANTE dell’Avvocatura Generale dello

Stato, Giuseppina SCHETTINO;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

02/02/2010 dal Consigliere Dott. LUIGI MACIOCE.

Fatto

RILEVA IN FATTO E DIRITTO

Con sentenza n. 3039 del 2006 il TAR per il Lazio respinse il ricorso di G.S., diretto all’annullamento dell’atto con il quale ella era stata esclusa, in ragione di un preteso “travisamento della traccia”, dall’ammissione alle prove orali nel concorso a duecento posti di notaio indetto il 20.12.2002. La G. interpose appello innanzi al Consiglio di Stato che, con sentenza in data 23.3.2008, lo accolse affermando sussistere il denunziato errore madornale a carico della valutazione della Commissione giudicatrice la quale, incorrendo in eccesso di potere, aveva travisato il contenuto della traccia assegnata ai candidati supponendo erroneamente che essa postulasse dati di contro incontrovertibilmente esclusi.

Per la cassazione di tale decisione il Ministero della Giustizia ha proposto ricorso ex art. 362 c.p.c., comma 1, formulando quesito di diritto per il quale la decisione del C.d.S. che abbia, sul rilievo della natura giuridica delle valutazioni, sovrapposto la propria valutazione di merito a quella della commissione esaminatrice, rappresenta una invasione della sfera di discrezionalità tecnica della P.A. e costituisce pertanto violazione del limite esterno della giurisdizione. Al ricorso si è opposta la G. con controricorso, illustrato con memoria, deducendo la inammissibilità e l’infondatezza della impugnazione. Il relatore designato ai sensi degli artt. 377 e 380 bis del c.p.c., in data 24.9.2009 ha depositato relazione nella quale ha proposto la trattazione nella camera di consiglio delle Sezioni Unite sul rilievo della manifesta infondatezza della censura.

Ritiene il Collegio che non sussistano le condizioni di cui all’art. 375 c.p.c., per la definizione del ricorso in Camera di consiglio e pertanto, applicandosi il disposto dell’art. 380 bis c.p.c., u.c., nel testo anteriore alla modifica apportata dalla L. n. 69 del 2009, art. 47, dispone che la causa sia rinviata alla pubblica udienza.

PQM

Rimette la trattazione del ricorso alla pubblica udienza.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio delle Sezioni Unite Civili, il 2 febbraio 2010.

Depositato in Cancelleria il 9 febbraio 2010

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA