Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27851 del 04/12/2020

Cassazione civile sez. trib., 04/12/2020, (ud. 16/09/2020, dep. 04/12/2020), n.27851

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. STALLA Giacomo Maria – Presidente –

Dott. PAOLITTO Liberato – Consigliere –

Dott. FASANO Anna Maria – Consigliere –

Dott. MONDINI Antonio – rel. Consigliere –

Dott. CIRESE Marina – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 7967-2017 proposto da:

COMUNE DI NARNI, in persona del Sindaco pro tempore, elettivamente

domiciliato in ROMA, LUNGOTEVERE SANZIO, 1, presso lo studio

dell’avvocato FEDERICO MAZZELLA, che lo rappresenta e difende

unitamente all’avvocato FABIO MARINI;

– ricorrente –

contro

ALCANTARA SPA, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA PANAMA 86,

presso lo studio dell’avvocato GIOVANNI RANALLI, che lo rappresenta

e difende;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 406/2016 della COMM. TRIB. REG. di PERUGIA,

depositata il 20/09/2016;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

16/09/2020 dal Consigliere Dott. ANTONIO MONDINI.

 

Fatto

PREMESSO

che:

1. il Comune di Narni ricorreva per la cassazione della sentenza della commissione tributaria regionale dell’Umbria n. 406/01/2016, confermativa della sentenza di primo grado con la quale erano stati dichiarati illegittimi quattro avvisi di accertamento ed irrogazione sanzioni emessi dal ricorrente nei confronti della spa Alcantara;

4. con atto del 6 marzo 2020, il Comune, richiamandosi ad un atto transattivo stipulato con la contribuente, dichiarava di rinunciare al ricorso.

Diritto

CONSIDERATO

che:

1. risultano rispettati i requisiti di cui all’art. 390 c.p.c., u.c.;

2. va dichiarata l’estinzione del giudizio a spese compensate.

P.Q.M.

Dichiara l’estinzione del giudizio e compensa le spese.

Così deciso in Roma, il 16 settembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 4 dicembre 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA