Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27693 del 12/10/2021

Cassazione civile sez. VI, 12/10/2021, (ud. 15/06/2021, dep. 12/10/2021), n.27693

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MOCCI Mauro – Presidente –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – rel. Consigliere –

Dott. CAPRIOLI Maura – Consigliere –

Dott. LA TORRE Maria Enza – Consigliere –

Dott. CAPOZZI Raffaele – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 11681-2019 proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del Direttore pro tempore,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12, presso

AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e difende, ope

legis;

– ricorrente –

contro

TECNOSERVICE SRL;

– intimata –

avverso l’ordinanza n. cronol. 29544/2018 della CORTE SUPREMA DI

CASSAZIONE di ROMA, depositata il 16/11/2018;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 15/06/2021 dal Consigliere Relatore Dott. ROBERTO

GIOVANNI CONTI.

 

Fatto

FATTI E RAGIONI DELLA DECISIONE

L’Agenzia delle entrate propone ricorso per revocazione contro la Tecnoservice srl, impugnando l’ordinanza resa dalla Corte di cassazione nei 26.6.2018-16.11.2018 n. 29544/2018 che ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso per cassazione proposto dall’Agenzia delle entrate avverso la sentenza della CTR Piemonte n. 26/31/2011, pubblicata il 22.4.2011 e notificata il 23.5.2011, ritenendo che, in ragione della mancata costituzione della parte intimata, la ricorrente aveva depositato l’avviso di ricevimento della raccomandata contenente il ricorso per cassazione.

La parte intimata non si è costituita.

La ricorrente deduce l’esistenza di un errore sul fatto idoneo a giustificare la revocazione della sentenza impugnata, risultando la società Tecnoservice in realtà costituita nel giudizio, ancorché la cancelleria avesse per errore inserito tale atto in diverso procedimento, riprodotto nel ricorso per cassazione in revocazione a pag. 15.

Il ricorso è ammissibile, se si considera che ai fini dell’ammissibilità del ricorso per revocazione è indispensabile che l’errore revocatorio cada su di un fatto materiale, e, quando oggetto della revocazione siano i provvedimenti della Corte, di un fatto materiale interno al giudizio di legittimità ed afferente ai suoi stessi atti.

Ora, nel caso di specie è evidente che l’errore che ha determinato la declaratoria di inammissibilità del ricorso, correlato alla mancata presenza della parte intimata che si era, per converso, ritualmente costituita tanto da determinare la costituzione, per errore da parte della cancelleria della Corte, di un autonomo fascicolo processuale, diverso da quello recante il n. R.G. 20601/11 – definito dall’ordinanza n. 29544/2018 – pure indicato espressamente nel controricorso al 4 rigo della prima pagina, rende prima facie ammissibile il ricorso per revocazione.

Sulla base di tali premesse il procedimento va rimesso all’esame della sezione V civile.

P.Q.M.

Rimette gli atti alla quinta sezione civile della Corte per l’esame del ricorso di revocazione.

Così deciso in Roma, il 15 giugno 2021.

Depositato in Cancelleria il 12 ottobre 2021

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA