Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2769 del 05/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 2769 Anno 2018
Presidente: AMENDOLA ADELAIDE
Relatore: SCRIMA ANTONIETTA

ORDINANZA INTERLOCUTORIA
sul ricorso 28609-2016 proposto da:
VACCARO NOTTE ONOFRIO, elettivamente domiciliato in
ROMA, VIA FOSSO DI FIORANELLO 46, presso lo studio
dell’avvocato VITO GASPARE GANCI, che lo rappresenta e
difende;
– ricorrente contro

VACCARO NOTTE IGNAZIO;
– intimato –

avverso la sentenza n. 5249/2016 del TRIBUNALE di PALERMO,
depositata il 21/10/2016;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio
non partecipata del 14/12/2017 dal Consigliere Dott.
ANTONIETTA SCRIMA.
Ritenuto che:

Data pubblicazione: 05/02/2018

con ricorso basato su due motivi, Onofrio Vaccaro Notte ha
impugnato la sentenza del Tribunale di Palermo, pubblicata il
21 ottobre 2016, di rigetto del gravame da lui proposto
avverso la decisione con la quale il Giudice di pace di Palermo,
accogliendo l’opposizione proposta da Ignazio Vaccaro Notte,

ricorrente nei confronti dell’opponente;
l’intimato Ignazio Vaccaro Notte non ha svolto attività difensiva
in questa sede;
la proposta del relatore, ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., è stata
comunicata alla parte ricorrente, unitamente al decreto di
fissazione dell’adunanza in camera di consiglio;
considerato che:
il Collegio ritiene che non sussistano le condizioni di cui all’art.
375 cod. proc. civ. per la trattazione camerale del ricorso ai
sensi dell’art. 380-bis cod. proc. civ.,
P.Q.M.
La Corte rimette la causa alla Terza Sezione civile ai sensi
dell’ultimo comma dell’art. 380-bis cod. proc. civ..
Si comunichi.
Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della VI-3
Sezione civile della Corte suprema di Cassazione, in data 14
dicembre 2017.

aveva revocato il d.i. n. 1999/13 ottenuto dall’odierno

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA