Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2761 del 04/02/2011

Cassazione civile sez. II, 04/02/2011, (ud. 12/01/2011, dep. 04/02/2011), n.2761

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCHETTINO Olindo – Presidente –

Dott. PICCIALLI Luigi – rel. Consigliere –

Dott. BURSESE Gaetano Antonio – Consigliere –

Dott. MAZZACANE Vincenzo – Consigliere –

Dott. BIANCHINI Bruno – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 10245/2005 proposto da:

TECNOTHERMA SRL P.IVA (OMISSIS), in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE

DELLE MILIZIE 106, presso lo studio dell’avvocato FALVO D’URSO

Francesco, che la rappresenta e difende;

– ricorrente –

contro

CONDOMINIO DI (OMISSIS) C.F. (OMISSIS), in

persona dell’Amministratore pro tempore, elettivamente domiciliato in

ROMA, VIA XX SETTEMBRE 98 G, presso lo studio dell’avvocato TRILLO’

Antonio, che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato ROSSI

LORENZO;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 376/2005 della CORTE D’APPELLO di MILANO,

depositata il 12/02/2005;

udita la relazione della causa svolta nella Pubblica udienza del

12/01/2011 dal Consigliere Dott. LUIGI PICCIALLI;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

FUCCI Costantino, che ha concluso per l’estinzione del procedimento

per intervenuta rinuncia.

La Corte:

Fatto

FATTO E DIRITTO

visto il ricorso per cassazione proposto dalla società Tecnotherma s.r.l., nei confronti del Condominio di (OMISSIS), avverso la sentenza n. 376 del 2/12.2.2005 della Corte d’Appello di Milano;

visto il controricorso dell’intimato;

rilevato: che con atto in data 5.10.2010, sottoscritto dal legale rappresentante della società ricorrente e, per autentica, dal difensore della stessa, è intervenuta rinunzia al ricorso; che con atto del 13.10.2010, sottoscritto dall’amministratore del resistente condominio e, per autentica, dai difensori dello stesso, vi è stata accettazione della suddetta rinunzia;

ritenuto dunque che il processo deve essere dichiarato estinto e che sulle spese non vi è luogo a provvedere,stante l’accettazione della rinunzia;

visti gli artt. 306, 390 e 391 c.p.c.;

sulle conformi conclusioni del P.G..

P.Q.M.

Dichiara l’estinzione del suddetto processo.

Così deciso in Roma, il 12 gennaio 2011.

Depositato in Cancelleria il 4 febbraio 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA