Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27608 del 30/10/2018

Cassazione civile sez. trib., 30/10/2018, (ud. 12/09/2018, dep. 30/10/2018), n.27608

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CHINDEMI Domenico – Presidente –

Dott. ZOSO Liana Maria Teresa – Consigliere –

Dott. BALSAMO Milena – Consigliere –

Dott. SCARCELLA Alessio – Consigliere –

Dott. MONDINI Antonio – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 23652/2011 proposto da:

S.A., S.F., Z.R., domiciliati in ROMA

PIAZZA CAVOUR presso la Cancelleria della CORTE DI CASSAZIONE,

rappresentati e difesi dall’Avvocato MARIA RITA SALVATORE;

– ricorrenti –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE, AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE PROVINCIALE DI

BRINDISI;

– intimati –

e da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del Direttore pro elettivamente

domiciliato in ROMA VIA DEI PORTOGHESI presso l’AVVOCATURA GENERALE

DELLO STATO, che lo rappresenta e difende;

– controricorrente incidentale –

contro

S.F., AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE PROVINCIALE DI

BRINDISI, S.A., Z.R.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 189/2010 della COMM. TRIB. REG. SEZ. DIST. di

LECCE, depositata il 05/07/2010;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

12/09/2018 dal Consigliere Dott. ANTONIO MONDINI.

Fatto

PREMESSO

che:

1. Z.R., S.F. e S.A. hanno proposto ricorso per la cassazione della sentenza resa dalla commissione tributaria regionale della Puglia, in data 5 luglio 2010, in controversia relativa alla legittimità dell’avviso di accertamento notificato dalla Agenzia delle Entrate ad essi ricorrenti per imposta di successione ed imposta sull’incremento del valore degli immobili, relative ad una pluralità di edifici e terreni e al valore dell’avviamento di un’azienda;

2. l’Agenzia delle Entrate ha proposto controricorso contenente ricorso incidentale nei confronti dei soli Z.R. e S.F. ed ha notificato l’atto ad essi soltanto;

3. deve essere disposta, ai sensi dell’art. 331 c.p.c., l’integrazione del contraddittorio nei confronti di S.A., quale parte necessaria del giudizio relativamente alla domanda della Agenzia ricorrente incidentale;

4. a tal fine va assegnato termine di giorni 60 dalla comunicazione della presente ordinanza e la causa deve essere rinviata a nuovo ruolo.

P.Q.M.

la Corte ordina l’integrazione del contraddittorio e la notifica del controricorso contenente ricorso incidentale, nei confronti di S.A., con termine di giorni 60 dalla comunicazione della presente ordinanza e rinvia la causa a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, il 12 settembre 2018.

Depositato in Cancelleria il 30 ottobre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA