Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27579 del 10/12/2013


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 27579 Anno 2013
Presidente: DI PALMA SALVATORE
Relatore: DE CHIARA CARLO

ORDINANZA INTERLOCUTORIA
sul ricorso 25781-2011 proposto da:
SOCIETA’ ITALIANA CAUZIONI SPA 12480730154 – oggi
ATRADIUS Credit Insurance NV – Rappresentanza Generale per
l’Italia in persona del procuratore, elettivamente domiciliata in ROMA,

VIALE BRUNO BUOZZI 53, presso lo studio dell’avvocato RUSSO
CLAUDIO, che la rappresenta e difende, giusta procura speciale in
calce al ricorso;

– ricorrente contro
PROMATECH SPA – a seguito di fusione per incorporazione ITEMA SPA in persona dell’amministratore delegato, elettivamente
domiciliata in ROMA, VIA LUCREZIO CARO 62, presso lo studio
dell’avvocato RIBAUDO SEBASTIANO, rappresentata e difesa

Data pubblicazione: 10/12/2013

dall’avvocato ALGANI ALDO, giusta mandato a margine del
controricorso;

C0111T011CO ITC11 tC

avverso la sentenza n. 2208/2011 della CORTE D’APPELLO di

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del
24/09/2013 dal Consigliere Dott. CARLO DE CHIARA;
udito per la ricorrente l’Avvocato Claudio Russo che ha chiesto il
termine per depositare indice e documenti notificati, ai sensi del 372
c.p.c. e notificati solo stamattina alla controparte;
udito per la controricorrente l’Avvocato Sebastiano Ribaudo (per
delega avv. Aldo Algani) il quale ritiene che la copia della
documentazione non possa essere depositata e pertanto si oppone al
rinvio. Nel caso contrario chiede la trattazione in pubblica udienza.
E’ presente il Procuratore Generale in persona del Dott. LUCIO
CAPASSO che si oppone al rinvio a nuovo ruolo e nel merito si
riporta alla relazione scritta.
CONSIDERATO
Che, per la complessità delle questioni poste, la causa va
esaminata in pubblica udienza;
P.Q.M.
La Corte rinvia la causa a nuovo ruolo per la trattazione in
pubblica udienza.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del 24 settembre
fe

2013

ROMA del 4.4.2011, depositata il 19/05/2011;

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA