Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27547 del 10/12/2013


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 3 Num. 27547 Anno 2013
Presidente: FINOCCHIARO MARIO
Relatore: CARLUCCIO GIUSEPPA

ORDINANZA

sul ricorso 8010-2008 proposto da:
COMUNE DI CORFINIO 00224040667 in persona del Sindaco
p.t., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA XX
SETTEMBRE 3, presso lo studio dell’avvocato SASSANI
BRUNO NICOLA, che lo rappresenta e difende unitamente
all’avvocato DI LORETO EDOARDO giusta delega in atti;
– ricorrente contro
201í
2099

BLANCO

GIORGIO

BLNGRG49C12H501U,

elettivamente

domiciliato in ROMA, VIA G.G. BELLI 27, presso lo
studio dell’avvocato MEREU PAOLO, che lo rappresenta e
difende unitamente all’avvocato GENTILE GIAN MICHELE
giusta delega in atti;

1

Data pubblicazione: 10/12/2013

- controricorrente avverso la sentenza n. 349/2007 del TRIBUNALE di
SULMONA, depositata il 23/11/2007, R.G.N. 731/2006;
udita la relazione della causa svolta nella pubblica
udienza del 13/11/2013 dal Consigliere Dott. GIUSEPPA

udito l’Avvocato PAOLO MEREU;
udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore
Generale Dott. ROSARIO GIOVANNI RUSSO che ha concluso
per l’estinzione per rinuncia;

2

CARLUCCIO;

Ritenuto che Comune di Corfinío ha presentato ricorso per cassazione avverso la
sentenza (23 novembre del 2007) del Tribunale di Sulmona;
che l’arch. Giorgio Bianco si è difeso con controricorso;
che, in prossimità dell’udienza pubblica del 13 novembre 2013, entrambe le parti
hanno dedotto l’intervenuta transazione e depositato rituale rinuncia agli atti del

Considerato che il giudizio deve dichiararsi estinto a norma dell’art. 391 cod. proc.
civ.;
che non si deve provvedere sulle spese in presenza di rinuncia accettata dalle parti.
P.Q.M.
LA CORTE DI CASSAZIONE
dichiara estinto il processo.

Così deciso in Roma, il 13 novembre 2013

Il Prese,-dente
\._.\,

giudizio, reciprocamente accettata.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA