Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2739 del 05/02/2021

Cassazione civile sez. I, 05/02/2021, (ud. 20/10/2020, dep. 05/02/2021), n.2739

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CRISTIANO Magda – Presidente –

Dott. TRICOMI Laura – Consigliere –

Dott. PAZZI Alberto – rel. Consigliere –

Dott. VELLA Paola – Consigliere –

Dott. CAMPESE Eduardo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso n. 25971/2016 proposto da:

B.C., e C.I., nella qualità di eredi di

C.P., elettivamente domiciliate in Roma, Via Ennio Quirino

Visconti n. 99, presso lo studio dell’Avvocato Valentina Petri,

rappresentate e difese dall’Avvocato Nicola Pignatelli, giusta

procura in calce all’atto di rinuncia al ricorso;

– ricorrenti –

contro

Curatela fallimentare della Società (OMISSIS) s.p.a.,

R.M.;

– intimati –

avverso l’ordinanza del Tribunale di Pisa depositata il 29/9/2016;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

20/10/2020 dal Cons. Dott. Alberto Pazzi.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

1. il Giudice delegato al fallimento della Società (OMISSIS) s.p.a. ammetteva al passivo della procedura, con il privilegio richiesto di cui all’art. 2751-bis c.c., n. 2, il credito vantato dall’Avv. C.P. per prestazioni stragiudiziali e giudiziali svolte in favore della compagine fallita limitatamente agli incarichi conclusi nell’ultimo biennio del rapporto professionale, con collocazione in sede chirografaria del residuo credito;

2. il Tribunale di Pisa, a seguito dell’opposizione presentata dall’Avv. C., rilevava che le prove dedotte al fine di dimostrare il carattere unitario dell’incarico conferito dalla società poi fallita risultavano genericamente formulate, tanto da non consentire di comprendere quali prestazioni il professionista avrebbe dovuto compiere sino al 2020 per la completa realizzazione del piano di lottizzazione affidato alle sue cure e se il progetto fosse stato portato a termine;

in ogni caso, a giudizio del collegio dell’opposizione, gli incarichi extragiudiziali svolti tra il 2009 e il 2012, di natura autonoma rispetto all’attività difensiva svolta in sede arbitrale o giudiziale in favore della cliente, risultavano conclusi in data anteriore al biennio previsto dall’art. 2751-bis c.c., n. 2, da computarsi a ritroso dalla conclusione del rapporto professionale, ancora in essere al momento della declaratoria di fallimento;

3. per la cassazione di tale decreto ha proposto ricorso l’Avv. C.P. prospettando tre motivi di doglianza;

l’intimato fallimento di Società (OMISSIS) s.p.a. non ha svolto alcuna difesa.

Diritto

CONSIDERATO

che:

4. questa Corte, dopo aver osservato che nel giudizio di cassazione il decesso dell’unico difensore non determina l’interruzione del processo, ma attiva il potere della Corte di differire l’udienza di discussione e provvedere alla comunicazione alla parte personalmente per consentirle la nomina di un nuovo difensore, con ordinanza del 29 ottobre 2019 ha rinviato a nuovo ruolo disponendo che la comunicazione dell’avviso di fissazione della nuova udienza venisse effettuata agli eredi dell’Avv. C.P. secondo le modalità previste dall’art. 303 c.p.c., comma 2;

5. nelle more del giudizio di legittimità B.C. e C.I., quali eredi dell’Avv. C.P., hanno depositato un atto di rinuncia al ricorso, con cui hanno rappresentato che le parti avevano definito la causa mediante accordo transattivo concordatario;

sussistono pertanto le condizioni per dichiarare l’estinzione del giudizio di cassazione del ricorso;

non vi è luogo a pronuncia sulle spese di questo giudizio di cassazione.

P.Q.M.

La Corte dichiara estinto il processo di cassazione per rinuncia.

Così deciso in Roma, il 20 ottobre 2020.

Depositato in Cancelleria il 5 febbraio 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA