Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27344 del 19/12/2011

Cassazione civile sez. II, 19/12/2011, (ud. 03/05/2011, dep. 19/12/2011), n.27344

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ODDO Massimo – Presidente –

Dott. NUZZO Laurenza – Consigliere –

Dott. MAZZACANE Vincenzo – Consigliere –

Dott. BIANCHINI Bruno – rel. Consigliere –

Dott. PROTO Cesare Antonio – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso (r.g.n. 21.968/2005) proposto da:

s.r.l. Ristorante “Le Cascine” (p. IVA (OMISSIS)) in persona

dell’amministratore sig. T.A.; rappresentata e difesa

dall’avv. De Vito Raffaele del Foro di Napoli e con il medesimo

elettivamente domiciliata presso lo studio dell’avv. Francesca Staiti

in Roma, via Luigi Rava n. 7, giusta procura a margine del ricorso

per cassazione;

– ricorrente –

contro

– Eredità Giacente di Tr.Fr. (c.f. (OMISSIS))

in persona del curatore dr. S.S.; rappresentata e difesa

dall’avv. Azzariti Fumaroli Antonio ed elettivamente domiciliata

presso lo studio del medesimo in Napoli, via Andrea d’Isernia n. 20 –

ed ex lege presso la Cancelleria della Suprema Corte di Cassazione –

giusta procura a margine del controricorso;

– contro ricorrente –

avverso la sentenza della Corte d’appello di Napoli, n. 1163/05,

pubblicata il 21/04/2005;

Fatto

RILEVATO IN FATTO

Che la srl Ristorante Le Cascine ha proposto ricorso avverso la sentenza n. 1163/2005 della Corte di Appello di Napoli che, in parziale accoglimento dell’impugnazione della predetta, aveva rideterminato in Euro 270.623,42 il risarcimento del danno da corrispondere all’Eredità Giacente di Tr.Fr.;

che all’udienza del 29 novembre 2011, l’avv. Raffaele De Vito, prima della relazione della causa, ha depositato dichiarazione di rinunzia al ricorso ed a tutte le domande proposte dalle parti nei reciproci confronti , nei pregressi gradi di merito, a spese integralmente compensate;

che a corredo della istanza, sottoscritta dalle parti e dai propri difensori nonchè dal giudice delegato alla procedura, è stato altresì prodotto atto di transazione intervenuto tra dette parti ed interessante anche altre cause connesse a quella oggetto di ricorso;

che il procuratore generale ha concluso per l’estinzione del giudizio.

Diritto

RITENUTO IN DIRITTO

Che sussistono i presupposti per l’estinzione del giudizio, a spese compensate.

P.Q.M.

LA CORTE Letti ed applicati gli artt. 390 e 391 c.p.c..

Dichiara l’estinzione del giudizio per rinunzia al ricorso e compensate le spese.

Così deciso in Roma, il 29 novembre 2011.

Depositato in Cancelleria il 19 dicembre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA