Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2715 del 05/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Sent. Sez. L Num. 2715 Anno 2018
Presidente: NAPOLETANO GIUSEPPE
Relatore: LORITO MATILDE

SENTENZA

sul ricorso 10374-2013 proposto da:
POSTE ITALIANE S.P.A. C.F. 97103880585, in persona
del legale rappresentante pro tempore, elettivamente
domiciliata in ROMA, VIALE MAZZINI 134, presso lo
studio dell’avvocato FIORILLO LUIGI, rappresentata e
difesa dall’avvocato GRANOZZI GAETANO, giusta delega
2017

in atti;
– ricorrente –

4316

contro

CALAFATO SANTO, RANDSTAD ITALIA S.P.A. (già SELECT
S.P.A. AGENZIA PER IL LAVORO);

Data pubblicazione: 05/02/2018

-

intimati

avverso la sentenza n. 827/2012 della CORTE D’APPELLO
di PALERMO, depositata il 12/09/2012 R.G.N.
1775/2010;
udita la relazione della causa svolta nella pubblica

LORITO;
udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore
Generale Dott. RITA SANLORENZO che ha concluso per
cessata materia del contendere;
udito l’Avvocato ANNA BUTTAFOCO per delega verbale
Avvocato GAETANO GRANOZZI.

udienza del 08/11/2017 dal Consigliere Dott. MATILDE

077 )- ti i o v.3

FATTO E DIRITTO

per la cassazione di tale decisione ricorre la società sulla base di plurimi
motivi;
il Calafato è rimasto intimato;
è stato depositato verbale di transazione sottoscritto innanzi alla Corte
d’Appello di Palermo in data 21/6/2013, da entrambe le parti;
dal verbale di conciliazione prodotto in copia risulta che le parti hanno
raggiunto un accordo transattivo concernente la controversia de qua,
generale e novativo, non avendo null’altro reciprocamente a pretendere,
che si palesa idoneo a dimostrare la cessazione della materia del
contendere nel presente giudizio di cassazione;
in considerazione dell’accordo complessivo intervenuto, le spese del
presente giudizio vanno compensate fra le parti;
P.Q.M.
La Corte dichiara cessata la materia del contendere. Compensa fra le parti
le spese del presente giudizio.
Così deciso in Roma il giorno 8 novembre 2017.

Con sentenza depositata il 12/9/2012 la Corte d’appello di Palermo
confermava la pronuncia di primo grado con la quale era stata
r..cet-1 , 1-,i, •
y i’ntercorrenza di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato fra Santo
Cala- fato e la s.p.a. Poste Italiane in relazione ai contratti di lavoro in
somministrazione a tempo determinato gtipulati nel periodo 4/227/6/2005;

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA