Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27083 del 06/10/2021

Cassazione civile sez. II, 06/10/2021, (ud. 20/04/2021, dep. 06/10/2021), n.27083

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DI VIRGILIO Rosa Maria – rel. Presidente –

Dott. GORJAN Sergio – Consigliere –

Dott. ORILIA Lorenzo – Consigliere –

Dott. BESSO MARCHEIS Chiara – Consigliere –

Dott. OLIVA Stefano – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 5916/2021 proposto da:

F.C., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA GRAMSCI 36,

presso lo studio dell’avvocato MAURIZIO DE TILLA, che la rappresenta

e difende;

– ricorrente –

contro

B.F., elettivamente domiciliata in NAPOLI, CORSO

SECONDIGLIANO 230/C, presso lo studio dell’avvocato GENNARO LALLO,

che la rappresenta e difende;

– controricorrente –

contro

BO.FR., IN QUALITA’ DI ESECUTORE TESTAMENTARIO;

– intimato –

avverso la pronuncia n. 4833/2021 della CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

di ROMA, depositata il 23/02/2021;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

20/04/2021 dal Consigliere e Presidente Dott.ssa ROSA MARIA DI

VIRGILIO.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte, vista la propria precedente pronuncia n. 4833/21, depositata il 23/2/2021;

vista l’intestazione della pronuncia, ove per mero errore materiale, è stato indicato tra i componenti del Collegio invece che il Cons. Dott. Stefano Oliva il Cons. Dott. Mauro Criscuolo, incompatibile ex art. 51 c.p.c., n. 4 e che, come tale, non ha partecipato alla deliberazione;

visto l’art. 391 bis c.p.c., comma 1.

PQM

Dispone che venga annotata sull’originale dell’ordinanza in oggetto la correzione dell’intestazione della stessa, dovendosi intendere quale componente del Collegio il Cons. SDott. tefano Oliva invece che il Cons. Dott. Mauro Criscuolo.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Seconda Civile, il 20 aprile 2021.

Depositato in Cancelleria il 6 ottobre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA