Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 27000 del 02/12/2013


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Decr. Sez. 6 Num. 27000 Anno 2013
Presidente:
Relatore:

DECRETO

Ud.

sul ricorso 8491-2013 proposto da:
VIET SPA IN LIQUIDAZIONE 00166330415 in persona

del

Liquidatore pro tempore, elettivamente domiciliata in
ROMA, presso la CORTE DI CASSAZIONE, rappresentata e
difesa dall’avv. PRATELLI MICHELE, giusta delega a
margine del ricorso;

ricorrente

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE 06363391001 in persona del
Direttore pro tempore, elettivamente domiciliata in
ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12, presso l’AVVOCATURA
GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e difende,
ope legis;
2013

– resistente –

315

contro

STEFANIA DI MAURO, PAOLA CASULA entrambe quale
Commissari Giudiziali del C.P. VIET SPA in
liquidazione,

Data pubblicazione: 02/12/2013

- intimate

avverso il decreto nel procedimento R.G. 866/2012
della CORTE D’APPELLO di ANCONA del 16.10.2012,

depositato il 14/01/2013.

R.g. n. 8491/13

Estinzione per rinuncia
Decreto

che detto Ceto creditorio, benché ritualmente intimato, non si è costituita né ha svolto attività
difensiva, mentre l’Agenzia delle entrate ha depositato atto di costituzione in data 9 luglio 2013.

Considerato che deve dichiararsi l’estinzione del processo, ai sensi dell’art. 391, primo comma,
secondo periodo, e quarto comma, cod. proc. civ.;
che, infatti, con atto depositato in data 8 ottobre 2013, la s.p.a. Viet in liquidazione ha
dichiarato di rinunciare al suindicato ricorso;
che, in considerazione della non costituzione, mediante tempestivo controricorso, di ambedue
le parti intimate, non sussistono i presupposti per pronunciare la condanna della rinunciante alle
spese del presente grado del giudizio.
P.Q.M.
Dichiara l’estinzione del processo.
Così deciso in Roma, il 28 ottobre 2013
Il Coordinatore d la Sesta Sezi
alvatore D

Civile-Sottosezione Prima

Ritenuto che la s.p.a. Viet in liquidazione, ammessa a concordato preventivo dal Tribunale di
Pesaro, con ricorso del 15 marzo 2013, ha impugnato per cassazione, nei confronti del Ceto
creditorio della stessa Società — in persona dei commissari giudiziali Stefania Di Mauro e Paolo
Casula, il decreto emesso tra le stesse parti dalla Corte d’Appello di Ancona in data 16 ottobre
2012-14 gennaio 2013;

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA