Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2586 del 31/01/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 31/01/2017, (ud. 15/12/2016, dep.31/01/2017),  n. 2586

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CIRILLO Ettore – Presidente –

Dott. MANZON Enrico – Consigliere –

Dott. NAPOLITANO Lucio – rel. Consigliere –

Dott. IOFRIDA Giulia – Consigliere –

Dott. VELLA Paola – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 24745/2015 proposto da:

CONSORZIO DI BONIFICA 4 BASSO VALDARNO, in persona del Presidente e

legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliato in

ROMA, VIA EUSTACHIO MANFREDI, 15, presso lo studio dell’avvocato

CARLO BALDASSARI, che lo rappresenta e difende giusta procura a

margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

B.B.G., B.G., elettivamente domiciliati

in ROMA, VIA XX SETTEMBRE 3, presso lo studio dell’avvocato BRUNO

NICOLA SASSANI, rappresentati e difesi dall’avvocato PAOLO CATTANI,

giusta mandato in calce al controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 460/2015 della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE di FIRENZE del 13/02/2015, depositata il 16/03/2015;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 15/12/2016 dal Consigliere Relatore Dott. LUCIO

NAPOLITANO.

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte, costituito il contraddittorio camerale ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c., come integralmente sostituito dal D.L. n. 168 del 2016, art. 1 bis, comma 1, lett. e), convertito, con modificazioni, dalla L. n. 197 del 2016;

dato atto che I contribuenti hanno depositato memoria, segnalando la pendenza di altro giudizio tra le parti, recante il n. RG 14872/2016, del quale appare opportuna, trattandosi delle stesse questioni di diritto, la trattazione congiunta al presente giudizio.

PQM

Rinvia la causa a nuovo ruolo al fine di consentire la trattazione congiunta al presente giudizio di quello pendente tra le stesse parti recante il n. RG 14872/2016, in attesa di assegnazione.

Si comunichi.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 15 dicembre 2016.

Depositato in Cancelleria il 31 gennaio 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA