Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 25822 del 02/12/2011

Cassazione civile sez. II, 02/12/2011, (ud. 08/11/2011, dep. 02/12/2011), n.25822

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ODDO Massimo – Presidente –

Dott. MAZZACANE Vincenzo – Consigliere –

Dott. CORRENTI Vincenzo – rel. Consigliere –

Dott. BERTUZZI Mario – Consigliere –

Dott. FALASCHI Milena – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 5916-2006 proposto da:

T.E. in proprio e nella qualità di procuratore

generale di T.A. e T.C.

(OMISSIS), elettivamente domiciliati in ROMA, VIA OTRANTO

47, presso lo studio dell’avvocato ROMEO FRANCESCO, rappresentati e

difesi dall’avvocato CREA GIUSEPPE;

– ricorrenti –

contro

D.S. (OMISSIS), elettivamente domiciliata in

ROMA, VIA TACITO 90, presso lo studio dell’avvocato MARCHETTI

ALBERTO, rappresentata e difesa dall’avvocato PAJNO ANGELO;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 23/2005 del TRIBUNALE di BARCELLONA POZZO DI

GOTTO, depositata il 18/01/2005;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

08/11/2011 dal Consigliere Dott. VINCENZO CORRENTI;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CAPASSO Lucio che ha concluso per il rigetto del ricorso.

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte, rilevato che T.E. ricorre in proprio e quale procuratrice di T.C. e A. ma nel fascicolo relativo al giudizio di legittimità non si rinviene la procura.

P.Q.M.

Dispone l’integrazione del contraddittorio nei confronti di T.C. ed A. nel termine di giorni novanta dalla comunicazione e rinvia a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, il 8 novembre 2011.

Depositato in Cancelleria il 2 dicembre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA