Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 25414 del 26/10/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. III, 26/10/2017, (ud. 07/04/2017, dep.26/10/2017),  n. 25414

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. VIVALDI Roberta – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – Consigliere –

Dott. POSITANO Gabriele – Consigliere –

Dott. MOSCARINI Anna – rel. Consigliere –

Dott. D’ARRIGO Cosimo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 28204-2015 proposto da:

G.G., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA CARLO POMA

2, presso lo studio dell’avvocato RANIERO VALLE, che la rappresenta

e difende giusta procura a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

GRAND UNION CAPITAL SRL, ITALIANA ASSICURAZIONI SPA;

– intimate –

avverso l’ordinanza n. 6555/2015 della CORTE D’APPELLO di ROMA,

depositata il 23/09/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

07/04/2017 dal Consigliere Dott. ANNA MOSCARINI.

LA CORTE:

Fatto

PREMESSO

CHE:

– G.G. ha proposto ricorso per cassazione (R.G. 28204/2015) avverso la sentenza della Corte d’appello di Roma del 23/9/2015 che ha dichiarato inammissibile il suo appello proposto nei confronti di Grand Union Capital s.r.l. e Società Italiana Assicurazioni S.p.A., condannando l’appellante al rimborso delle spese sostenute nei confronti dell’appellata costituita per l’importo di Euro 6.615;

– il ricorso è stato fissato per la decisione all’Adunanza Camerale del 7/4/2017;

– prima del giorno fissato per l’Adunanza è pervenuto alla Corte un atto di rinuncia al ricorso sottoscritto dagli avv.ti Raniero Valle e Dante Santilli costituiti per la ricorrente C.G.;

– tutto ciò premesso la Corte, non ravvisando altro su cui pronunciare.

PQM

DICHIARA l’estinzione del giudizio per rinuncia.

Così deciso in Roma, il 7 aprile 2017.

Depositato in Cancelleria il 26 ottobre 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA