Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 25190 del 28/11/2011

Cassazione civile sez. III, 28/11/2011, (ud. 14/10/2011, dep. 28/11/2011), n.25190

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MORELLI Mario Rosario – Presidente –

Dott. FILADORO Camillo – Consigliere –

Dott. D’ALESSANDRO Paolo – rel. Consigliere –

Dott. TRAVAGLINO Giacomo – Consigliere –

Dott. FRASCA Raffaele – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 2967-2007 proposto da:

M.C. ved. B., B.A.

(OMISSIS), B.C., elettivamente domiciliati in

ROMA, VIA ZANARDELLI 20, presso lo studio dell’avvocato ALBISINNI

LUIGI, rappresentati e difesi dagli avvocati LANZARA Corrado,

CARDARELLI VINCENZO, IODICE D’ENZA FRANCESCO giusta delega in atti;

– ricorrenti –

contro

ASSITALIA SPA, (OMISSIS), in persona del procuratore speciale

Avv. F.M., elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE

PARIOLI 87, presso lo studio dell’avvocato SEMINAROTI Aldo, che la

rappresenta e difende giusta delega in atti;

R.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA LABICANA 58,

presso lo studio dell’avvocato PANNELLA PAOLO, che la rappresenta e

difende giusta delega in atti;

VILLA DELLE GLICINE SRL, (OMISSIS), in persona del liquidatore

p.t., N.C., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA

SICILIA 50, presso lo studio dell’avvocato NAPOLITANO LUIGI,

rappresentata e difesa dall’avvocato MIANI CAMILLO LERIO giusta

delega in atti;

ASL/(OMISSIS) NAPOLI, in persona del Direttore Generale p.t., Dr.

T.

M., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA CESARE FEDERICI 2,

presso lo studio dell’avvocato ALESSANDRINI MARIA TERESA, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato GRIMALDI VINCENZO

giusta delega in atti;

– controricorrenti –

contro

M.A.M., M.M.R., M.

G., S.P., REG CAMPANIA, FONDIARIA ASSIC SPA;

– intimati –

sul ricorso 5167/2007 proposto da:

S.P., (OMISSIS), elettivamente domiciliato in

ROMA, VIA SALARIA 227, presso lo studio dell’avvocato IASONNA

STEFANIA, rappresentato e difeso dall’avvocato PROCACCINI ERNESTO

giusta delega in atti;

– ricorrente –

contro

ASL/(OMISSIS) NAPOLI, in persona del Direttore Generale p.t. Dr.

T.

M., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA CESARE FEDERICI 2,

presso lo studio dell’avvocato ALESSANDRINI MARIA TERESA, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato GRIMALDI VINCENZO

giusta delega in atti;

I germani M.M., M.A., M.

G., elettivamente domiciliati in ROMA, VIA MONTE ZEBIO 32,

presso lo studio dell’avvocato ACCARDO FABIO, rappresentati e difesi

dall’avvocato GUALTIERI FRANCESCO, con studio in NAPOLI, Piazza

Vanvitelli 24, giusta delega in atti;

R.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA LABICANA 58,

presso lo studio dell’avvocato PANNELLA PAOLO, che lo rappresenta e

difende, giusta delega in atti;

– controricorrenti –

contro

ME.CA., B.C., REG CAMPANIA, ASSITALIA SPA,

B.A., VILLA DELLE GLICINE SRL, FONDIARIA ASSIC SPA;

– intimati –

sul ricorso 6128/2007 proposto da:

LA FONDIARIA SAI SPA, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA FLAMINIA

318, presso lo studio dell’avvocato CORAPI DIEGO, rappresentato e

difeso dall’avvocato TORTORANO FRANCO;

– ricorrenti –

contro

S.P., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA SALARIA

227, presso lo studio dell’avvocato IASONNA STEFANIA, rappresentato e

difeso dall’avvocato PROCACCINI ERNESTO;

R.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA LABICANA 58,

presso lo studio dell’avvocato PANNELLA PAOLO, che lo rappresenta e

difende;

– controricorrenti –

contro

B.A., ASL/(OMISSIS) NAPOLI, B.C.,

M.

M.R., REG CAMPANIA, VILLE DELLE GLICINE SRL, M.A.

M., ASSITALIA SPA, M.G., ME.CA.;

– intimati –

sul ricorso 6284/2007 proposto da:

I germani M.A.M. (OMISSIS), M.

G., M.M.R., elettivamente domiciliati in

ROMA, VIA MONTE ZEBIO 32, presso lo studio dell’avvocato ACCARDO

FABIO, rappresentati e difesi dall’avvocato GUALTIERI FRANCESCO con

studio in NAPOLI, Via Vanvitelli, 24, giusta delega in atti;

– ricorrenti –

contro

ASSITALIA LE ASSICURAZIONI D’ITALIA SPA, (OMISSIS), in persona

del procuratore speciale Avv. F.M., elettivamente

domiciliata in ROMA, VIALE PARIOLI 87, presso lo studio dell’avvocato

SEMINAROTI ALDO, che la rappresenta e difende giusta delega in atti;

R.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA LABICANA 58,

presso lo studio dell’avvocato PANNELLA PAOLO, che lo rappresenta e

difende giusta delega in atti;

– controricorrenti –

e contro

S.P.;

– intimati –

sul ricorso 8194/2007 proposto da:

S.P., (OMISSIS), elettivamente domiciliato in

ROMA, VIA SALARIA 227, presso lo studio dell’avvocato IASONNA

STEFANIA, rappresentato e difeso dall’avvocato PROCACCINI ERNESTO

giusta delega in atti;

– ricorrenti –

contro

I germani M.M.R., M.A.M., M.

G., elettivamente domiciliati in ROMA, VIA MONTE ZEBIO 32,

presso lo studio dell’avvocato ACCARDO FABIO, rappresentati e difesi

dall’avvocato GUALTIERI FRANCO con studio in NAPOLI, Piazza

Vanvitelli n. 24, giusta delega in atti;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 733/2006 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 08/03/2006; R.G.N. 3473/2001;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

14/10/2011 dal Consigliere Dott. PAOLO D’ALESSANDRO;

udito gli Avvocati CORRADO LANZARA e Rita SCOPA per delega Avvocato

FABRIZIO FIORAVANTI per delega, udito l’Avvocato LUIGI VESPOLI per

delega Avvocato MICHELANGELO IURLARO per delega;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

SGROI Carmelo, che ha concluso per inammissibilità ricorso 8194/07;

rigetto di tutti gli altri.

Fatto

RITENUTO IN FATTO

che M.M.C., B.A. e B.C. propongono ricorso per cassazione, affidato a ventuno motivi, avverso la sentenza della Corte di appello di Napoli che, in parziale riforma della pronuncia di primo grado, li ha condannati, come eredi del direttore sanitario della Casa di Cura “Villa del glicine” s.r.l.

C.B., al risarcimento dei danni, in solido con R. A. e con S.P. e, nei limiti dei rispettivi massimali, con le compagnie assicuratrici Fondiaria e INA Assitalia, nei confronti dei congiunti di A.M., deceduta a seguito di intervento chirurgico eseguito nella casa di cura, ritenuta la responsabilità della casa di cura stessa e del B. nella causazione dell’evento, pari al 35% ciascuno, e del R. e dello S. nella misura del 15 % ciascuno;

che resistono con controricorso R.A., la INA Assitalia S.p.A., assicuratrice per la responsabilità civile del R., la s.r.l. Villa del Glicine, la ASL Napoli (OMISSIS);

che resiste altresì con controricorso, proponendo un motivo di ricorso incidentale, S.P.;

che resistono con controricorso al ricorso incidentale dello S.M.R.M., M.G. e M. A.M., figli della A., i quali premettono di avere proposto ricorso avverso la medesima sentenza, nonchè R. A.;

che resiste altresì con controricorso al ricorso principale, proponendo otto motivi di ricorso incidentale, la Fondiaria SAI S.p.A., assicuratrice della Casa di Cura “Villa dei Glicini”;

che, al ricorso incidentale della Fondiaria SAI, resistono con distinti controricorsi R.A. e S.P.;

che avverso la medesima sentenza hanno proposto autonomo ricorso, fondato su quattro motivi, M.M.R., M. G. e M.A.M.;

che resistono con controricorso l’INA Assitalia S.p.A., R. A. e S.P., il quale propone un motivo di ricorso incidentale;

che M.M.R., M.G. e M.A. M. resistono con controricorso al ricorso incidentale.

Diritto

CONSIDERATO IN DIRITTO

che i ricorsi proposti contro la stessa sentenza vanno riuniti ai sensi dell’art. 335 cod. proc. civ.;

che il ricorso di M.M.R., M.G. e M.A.M. non risulta notificato nè ai ricorrenti principali M.M.C., B.A. e B. C., nè alla Casa di Cura “Villa del Glicine” s.r.l., nè alla ASL Napoli (OMISSIS) nè alla Fondiaria SAI S.p.A..

PQM

la Corte riunisce i ricorsi e rinvia la causa a nuovo ruolo per la notifica del ricorso di M.M.R. + 2 a M.M. C. + 2, alla Casa di Cura “Villa del Glicine” s.r.l., alla ASL Napoli (OMISSIS) e alla Fondiaria SAI S.p.A., nel termine di gg. 60 dalla comunicazione sulla presente ordinanza.

Così deciso in Roma, il 14 ottobre 2011.

Depositato in Cancelleria il 28 novembre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA