Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 25152 del 25/11/2011

Cassazione civile sez. I, 28/11/2011, (ud. 28/10/2011, dep. 28/11/2011), n.25152

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CARNEVALE Corrado – Presidente –

Dott. BERRUTI Giuseppe Maria – Consigliere –

Dott. DOGLIOTTI Massimo – Consigliere –

Dott. RAGONESI Vittorio – rel. Consigliere –

Dott. GIANCOLA Maria Cristina – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 22248/2008 proposto da:

RESIDENCE IL TULIPANO S.N.C. (c.f. (OMISSIS)), in persona del

legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA,

VIA BALDO DEGLI UBALDI 66, presso l’avvocato SIMONA RINALDI

GALLICANI, rappresentata e difesa dall’avvocato MAGLIA Sandro, giusta

procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

CREDITO FONDIARIO E INDUSTRIALE – FONSPA S.P.A., M.G.,

Z.T.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 492/2007 della CORTE D’APPELLO di BRESCIA,

depositata il 02/07/2007;

udita la relazione della causa svolta nella Pubblica udienza del

28/10/2011 dal Consigliere Dott. VITTORIO RAGONESI;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

PRATIS Pierfelice, che ha concluso per l’estinzione del ricorso.

La Corte:

Fatto

OSSERVA

che, con ricorso notificato in data 12-15 settembre 2008, la Tulipano snc ha proposto ricorso per cassazione sulla base di due motivi avverso la sentenza della Corte d’appello di Brescia n. 492/07 con cui è stato dichiarato inammissibile per mancanza di adeguata procura l’appello proposto da essa società avverso la sentenza del Tribunale di Cremona n. 243/00;

che gli intimati Z.T., M.G. ed il Credito Fondiario ed industriale non hanno svolto attività difensiva;

che, con atto depositato in cancelleria la società ricorrente ha rinunciato al ricorso deducendo che tra le parti era intervenuta transazione della controversia;

che, non essendosi gli intimati costituiti, non vi è luogo a pronuncia sulle spese;

che il processo va pertanto dichiarato estinto per rinuncia.

P.Q.M.

Dichiara estinto il giudizio.

Così deciso in Roma, il 28 ottobre 2011.

Depositato in Cancelleria il 28 novembre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA