Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24714 del 23/11/2011

Cassazione civile sez. VI, 23/11/2011, (ud. 07/10/2011, dep. 23/11/2011), n.24714

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. GOLDONI Umberto – Presidente –

Dott. BUCCIANTE Ettore – rel. Consigliere –

Dott. MAZZACANE Vincenzo – Consigliere –

Dott. MATERA Lina – Consigliere –

Dott. D’ASCOLA Pasquale – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 22455/2010 proposto da:

G.V.J. (OMISSIS), elettivamente

domiciliato in ROMA, PIAZZA CAVOUR, presso la CASSAZIONE,

rappresentato e difeso dall’avvocato CIRILLO Pasquale giusta procura

a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

FORD ITALIA SPA, SVAMA;

– intimata –

avverso la sentenza n. 299/2010 del TRIBUNALE di SANTA MARIA CAPUA

VETERE, SEZIONE DISTACCATA DI AVERSA del 30/04/2010, depositata il

05/05/2010;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

07/10/2011 dal Consigliere Relatore Dott. ETTORE BUCCIANTE;

è presente il P.G. in persona del Dott. PIERFELICE PRATIS.

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte ritenuto che:

– si è proceduto nelle forme di cui all’art. 380 bis c.p.c.;

– la relazione depositata in cancelleria è del seguente tenore:

“Con la sentenza di primo grado il Giudice di pace di Aversa, adito da G.V.J. nei confronti della s.p.a. Svama e della s.p.a. Ford Italia, ha condannato queste ultime in solido a pagare all’attore la somma di 1.032,91 Euro, a titolo di risarcimento dei danni – dedotto l’indennizzo già corrisposto da una compagnia di assicurazioni – conseguiti all’incendio di un’autovettura, che egli aveva acquistato dalla prima convenuta e che era stata importata in Italia dalla seconda.

Impugnata in via principale dalla s.p.a. Svama e in via incidentale da G.V.J., la decisione è stata riformata dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – sezione distaccata di Aversa, che con sentenza del 5 maggio 2010 ha respinto la domanda.

Contro tale sentenza ha proposto ricorso per cassazione G. V.J., in base a due motivi. La s.p.a. Svama e la s.p.a.

Ford Italia non hanno svolto attività difensive nel giudizio di legittimità.

L’impugnazione appare manifestamente fondata, poichè effettivamente il Tribunale – come G.V.J. lamenta – da un lato ha ritenuto applicabile nella specie il D.Lgs. 2 febbraio 2002, n. 24, che è entrato in vigore in epoca posteriore a quella dei fatti di causa, dall’altro ha mancato di tenere conto, ai fini della verifica del vizio dell’autovettura e del nesso di causalità con l’incendio, delle varie risultanze istruttorie che nel ricorso, in ottemperanza al principio di autosufficienza, sono state riportate.

Si ritiene quindi possibile definire il giudizio ai sensi dell’art. 375 c.p.c., n. 5, prima ipotesi”. – le parti e il pubblico ministero non si sono avvalsi delle facoltà di cui all’art. 380 bis c.p.c., comma 2;

– il collegio concorda con le argomentazioni svolte nella relazione e le fa proprie;

– accolto pertanto il ricorso, la sentenza impugnata va cassata con rinvio al Tribunale di santa Maria Capua Vetere in persona di diverso magistrato, cui viene anche rimessa la pronuncia sulle spese del giudizio di legittimità.

P.Q.M.

Accoglie il ricorso il ricorso; cassa la sentenza impugnata; rinvia la causa al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in persona di diverso magistrato, cui rimette anche la pronuncia sulle spese del giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, il 7 ottobre 2011.

Depositato in Cancelleria il 23 novembre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA