Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24615 del 31/10/2013


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Decr. Sez. 6 Num. 24615 Anno 2013
Presidente:
Relatore:

DECRETO

Ud.

sul ricorso 16854-2013 proposto da:
CASTELLI DANILO CSTDNL48CO3L736Q, CAZZADOR MARIO
CZZMRA62A05L736U quale erede di Attilio Cazzador,
COOPERATIVA ARTIGIANA RADIOTAXI SOC. COOP.00708250279
in persona del presidente pro-tempore, CAZZADOR
MASSIMO CZZMSM63M21L736R quale erede di Attilio
Cazzador, elettivamente domiciliati in ROMA, PIAZZA
DELLA LIBERTA’ 10, presso lo studio dell’avvocato
GIAMPAOLO BALAS, rappresentati e difesi dall’avvocato
STRADIOTTO CARLO, giusta procura a margine del
ricorso;
– ricorrenti contro
GARDI SANDRO;
– intimato

avverso la sentenza n. 1495/2013 della CORTE
D’APPELLO di VENEZIA del 14.1.2013, depositata il
21/06/2013.

Data pubblicazione: 31/10/2013

R.G. 16854/2013
Il Presidente

che Castelli Danilo, Cazzador Mario, Cazzador Massimo, La Cooperativa
Artigiana Radiotaxi, assistiti dall’ avv. Carlo Stradiotto, hanno
proposto ricorso avverso la sentenza della Corte d’Appello di Venezia n.
1495/13 depositata il 21 giugno 2013, nei confronti di Gardi Sandro;
che è stata depositata nella cancelleria della Corte dichiarazione di
rinunzia al ricorso sottoscritta dall’Avvocato Carlo Stradiotto, a tanto
abilitato dalla procura a margine del ricorso;
che la dichiarazione di rinunzia presenta i requisiti richiesti dall’art.
390 c.p.c.;
P.Q.M.

La Corte dichiara estinto il giudizio di cassazione; dispone che del
presente decreto sia data comunicazione al difensore dei ricorrentei e lo
avvisa che nel termine di giorni dieci dalla comunicazione può chiedere
che sia fissata l’udienza.
Così deciso in Roma il 22 ottobre 2013

Il Presidente f.f.

Ritenuto:

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA