Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24380 del 03/11/2020

Cassazione civile sez. un., 03/11/2020, (ud. 06/10/2020, dep. 03/11/2020), n.24380

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CURZIO Pietro – Primo Presidente –

Dott. DE CHIARA Carlo – Presidente di sez. –

Dott. LOMBARDO Luigi Giovanni – Presidente di sez. –

Dott. SCODITTI Enrico – Consigliere –

Dott. GARRI Fabrizia – Consigliere –

Dott. GIUSTI Alberto – Consigliere –

Dott. MERCOLINO Guido – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

nel procedimento di correzione di errore materiale promosso

dall’Ufficio, dell’ordinanza n. 14237/2020 della CORTE SUPREMA DI

CASSAZIONE depositata il 08/07/2020, che ha deciso il ricorso

proposto dalla:

PROCURA GENERALE PRESSO LA CORTE DEI CONTI, – SEZIONE GIURISDIZIONALE

PER LA REGIONE TOSCANA;

– ricorrente non costituitasi in questa fase –

contro

C.C.;

– resistente non costituitasi in questa fase –

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

06/10/2020 dal Consigliere Dott. ROBERTO GIOVANNI CONTI.

 

Fatto

FATTI E RAGIONI DELLA DECISIONE

Vista l’ordinanza n. 14237/2020, depositata l’8 luglio 2020, con la quale queste Sezioni Unite hanno risolto il conflitto negativo di giurisdizione proposto di ufficio dalla Corte dei Conti, sezione giurisdizionale per la regione Toscana, con ordinanza n. 31/2018 nella causa tra la Procura regionale della Corte dei Conti contro C.C.;

Letta l’istanza di correzione di errore materiale proposta dalla Procura Generale presso la Corte dei Conti con ricorso depositato il 2.9.2020 con il quale si chiedeva che venga disposta la correzione dell’errore materiale contenuto nel dispositivo della detta ordinanza, in cui viene indicata la giurisdizione del giudice ordinario, ancorchè la motivazione della ordinanza avesse univocamente esposto le ragioni a sostegno della declaratoria di giurisdizione del giudice contabile;

Visto che con provvedimento del Primo Presidente in data 14.9.2020, ritualmente comunicato alle parti costituite ed al pubblico Ministero, è stata fissata l’udienza per la procedura di correzione dell’errore materiale;

Rilevato che l’inciso, contenuto nel dispositivo della ordinanza n. 14237/2020 con i quale è stata indicata la giurisdizione del giudice ordinario è indiscutibilmente frutto di errore materiale, risultando dalla motivazione del medesimo provvedimento le ragioni poste alla base della decisione che ha determinato la giurisdizione in capo al giudice contabile, tanto emergendo in modo inconfutabile anche dal punto 47 della stessa ordinanza -“Sulla base di tali considerazioni, va dichiarata la giurisdizione del giudice contabile”-;

Ritenuto che si verte in ipotesi di mero errore materiale nella parte dispositiva della richiamata ordinanza, sicchè ne va disposta la correzione, nei sensi e nei termini di cui in dispositivo;

Ritenuto che per la presente procedura non vi è luogo, attesa la sua natura amministrativa e non integrando essa un’impugnazione in senso tecnico neppure nel caso in cui sia stata introdotta ad istanza di parte, a provvedere nè sulle spese – cfr. Cass. S.U. n. 11510/2019.

PQM

dispone correggersi l’ordinanza n. 14237/2020, depositata l’8 luglio 2020, dall’errore materiale da cui è affetta, sostituendosi, nella parte dispositiva al primo rigo, alla parola “Ordinario” la parola “contabile”.

Così deciso in Roma, il 6 ottobre 2020.

Depositato in Cancelleria il 3 novembre 2020

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA