Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24372 del 09/09/2021

Cassazione civile sez. II, 09/09/2021, (ud. 02/03/2021, dep. 09/09/2021), n.24372

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DI VIRGILIO Rosa Maria – Presidente –

Dott. COSENTINO Antonello – rel. Consigliere –

Dott. CARRATO Aldo – Consigliere –

Dott. SCARPA Antonio – Consigliere –

Dott. DONGIACOMO Giuseppe – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 8604/2016 R.G. proposto da:

B.T., e B.S., rappresentati e difesi dall’Avv.

ROBERTO CORSELLO, con domicilio eletto presso lo studio del medesimo

in (OMISSIS);

– ricorrenti –

contro

B.R., nt. il (OMISSIS), + ALTRI OMESSI, quali eredi di

B.G. nt. (OMISSIS), rappresentati e difesi dall’Avv.

PEPPINO SPINNATO, con domicilio eletto presso lo studio del medesimo

in Santo Stefano di Camastra, via Porta San Giovanni n. 57;

– controricorrenti –

nonché contro

B.T., nt. il (OMISSIS), e + ALTRI OMESSI;

– intimati –

Avverso la sentenza della Corte d’appello di Palermo n. 1434/2015 del

30.9.2015;

Udita la relazione svolta in camera di consiglio dal Consigliere

Dott. Antonello Cosentino.

 

Fatto

RAGIONI IN FATTO E IN DIRITTO DELLA DECISIONE

B.T. e B.S. – figli ed eredi, insieme al fratello B.G. (nt. (OMISSIS)), di Br.Gi. – hanno proposto ricorso, sulla scorta di tre motivi, per la cassazione della sentenza della Corte di appello di Palermo n. 1434/2015.

Con tale sentenza la corte distrettuale – pronunciandosi sull’appello introdotto da B.G. (nt. (OMISSIS)) avverso il capo relativo alle spese della sentenza definitiva emessa nel 2011 dal Tribunale di Termini Imerese in un giudizio di divisione ereditaria – compensava tali spese nei rapporti tra l’appellante e le altre parti del giudizio e confermava la condanna di T. e B.S. a rifondere a tali altre parti le spese del giudizio divisionale.

Il primo motivo di ricorso – con cui i ricorrenti affermano che l’atto di appello non sarebbe stato loro notificato e denunciano, in riferimento all’art. 360 c.p.c., comma 1, n. 4), la violazione dell’art. 331 c.p.c. in cui la Corte di appello sarebbe incorsa omettendo di ordinare l’integrazione del contraddittorio nei loro confronti – impone a questa Corte l’esame del fascicolo di ufficio del giudizio di appello, del quale va pertanto disposta l’acquisizione.

P.Q.M.

La Corte dispone l’acquisizione del fascicolo di ufficio del giudizio di appello e rinvia a nuovo ruolo, mandando la Cancelleria per l’incombente.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 2 marzo 2021.

Depositato in Cancelleria il 9 settembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA