Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24351 del 04/10/2018

Cassazione civile sez. lav., 04/10/2018, (ud. 24/05/2018, dep. 04/10/2018), n.24351

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. NOBILE Vittorio – Presidente –

Dott. CURCIO Laura – Consigliere –

Dott. NEGRI DELLA TORRE Paolo – Consigliere –

Dott. ARIENZO Rosa – Consigliere –

Dott. LEONE Margherita Maria – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 1203/2017 proposto da:

I.R., elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE GIULIO

CESARE 78, presso lo studio dell’avvocato ALESSANDRO ORSINI, che la

rappresenta e difende unitamente all’avvocato RAFFAELE BOCCAGNA,

giusta delega in atti;

– ricorrente –

contro

SVILUPPO ITALIA CAMPANIA S.P.A. IN LIQUIDAZIONE; SVILUPPO CAMPANIA

S.P.A;

– intimate –

nonchè da:

SVILUPPO ITALIA CAMPANIA S.P.A. IN LIQUIDAZIONE, in persona del

legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in

ROMA, VIA NOMENTANA 251, presso lo studio dell’avvocato GIUSEPPE

GRILLO, che la rappresenta e difende unitamente all’avvocato

FRANCESCA SGARRELLA, giusta delega in atti;

– controricorrente e ricorrente incidentale –

contro

SVILUPPO CAMPANIA S.P.A., in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE MAZZINI 134,

presso lo studio dell’avvocato LUIGI FIORILLO, che la rappresenta e

difende giusta delega in atti;

– controricorrente al ricorso incidentale –

avverso la sentenza n. 7081/2016 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 04/11/2016, R.G.N. 2201/2016;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

24/05/2018 dal Consigliere Dott. MARGHERITA MARIA LEONE;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

MATERA Marcello, che ha concluso per l’estinzione del procedimento

per intervenuta rinuncia;

udito l’Avvocato ANNA BUTTAFOCO per delega verbale LUIGI FIORILLO;

udito l’Avvocato FRANCESCA SGARRELLA.

Fatto

FATTI DI CAUSA

La Corte di appello di Napoli con la sentenza n. 7081/2016 aveva rigettato il reclamo avverso la decisione con la quale il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere aveva rigettato la domanda di I.R. proposta nei confronti di Sviluppo Italia Campania spa e Sviluppo Campania spa, diretta alla declaratoria del licenziamento a lei intimato il 2.8.2012.

Avverso la decisione la I. proponeva ricorso affidato a tre motivi cui resisteva con controricorso Sviluppo Italia Campania spa in liquidazione, che anche proponeva ricorso incidentale condizionato, nonchè Sviluppo Campania spa.

Tutte le parti successivamente depositavano congiunto atto di rinuncia all’azione e agli atti del giudizio ex art. 306 c.p.c.e chiedevano pronunciarsi l’estinzione del processo con compensazione delle spese.

Diritto

RAGIONI DELLA DECISIONE

In ragione dell’avvenuto deposito di atto di rinuncia all’azione ed agli atti del giudizio, congiuntamente formulato dalle parti in causa, il processo deve essere dichiarato estinto.

Non si provvede sulle spese attesa la natura congiunta della rinuncia, conformemente a quanto disposto dall’art. 391 c.p.c., u.c..

P.Q.M.

Dichiara estinto il processo.

Così deciso in Roma, il 24 maggio 2018.

Depositato in Cancelleria il 4 ottobre 2018

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA