Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24309 del 16/10/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. II, 16/10/2017, (ud. 22/03/2017, dep.16/10/2017),  n. 24309

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MIGLIUCCI Emilio – Presidente –

Dott. FEDERICO Guido – Consigliere –

Dott. PICARONI Elisa – Consigliere –

Dott. SCALISI Antonino – Consigliere –

Dott. BESSO MARCHEIS Chiara – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 4810-2013 proposto da:

D&D IMMOBILIARE SRL (OMISSIS), elettivamente domiciliato in ROMA,

VIA CELIMONTANA 38, presso lo studio dell’avvocato PAOLO PANARITI,

che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato CECILIA

COLLINI;

– ricorrente –

contro

S.V., S.S., elettivamente domiciliati in ROMA,

PIAZZA SALLUSTIO 9, presso lo studio dell’avvocato GIANFRANCO

PALERMO, che li rappresenta e difende unitamente all’avvocato

ROBERTA MASINI;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 1618/2011 della CORTE D’APPELLO di FIRENZE,

depositata il 26/11/2011;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

22/03/2017 dal Consigliere Dott. CHIARA GESSO MARCHEIS;

udito l’Avvocato PANARITI Paolo, difensore del ricorrente che ha

chiesto l’accoglimento del ricorso;

udito l’Avvocato PALERMO Gianfranco, difensore dei resistenti che ha

chiesto il rigetto del ricorso;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CELESTE ALBERTO che ha concluso per l’accoglimento primi due motivi

assorbito il terzo motivo di ricorso.

La Corte rilevato che:

Fatto

FATTO E DIRITTO

– S.G. e C.F., proprietari di un terreno confinante con quello di Ca.Eu. e Lu., avevano proposto – nei confronti dei Ca. e della società D&D Immbiliare srl – un’azione di accertamento del confine. Il Tribunale aveva accertato il confine e aveva ordinato ai convenuti di procedere ad alcune demolizioni.

– La D&D Immbiliare srl e i Ca. hanno impugnato la sentenza di fronte alla Corte d’appello di Firenze che ha concluso per il rigetto dell’impugnazione, condannando gli appellanti in solido a rimborsare le spese.

– La D&D Immbiliare srl ha proposto ricorso per cassazione unicamente nei confronti di S.S. (in proprio, quale erede di C.F. e quale procuratore generale di S.G.) e S.V. (quale erede di C.F.).

– E’ quindi necessario integrare il contraddittorio nei confronti di Ca.Eu. e Lu..

PQM

 

rinvia la causa a nuovo ruolo assegnando il termine di giorni novanta dalla comunicazione della presente ordinanza per l’integrazione del contraddittorio nei confronti di Ca.Eu. e Ca.Lu..

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio della seconda Sezione Civile della Corte Suprema di Cassazione, il 22 marzo 2017.

Depositato in Cancelleria il 16 ottobre 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA