Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24282 del 29/11/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. I, 29/11/2016, (ud. 15/09/2016, dep. 29/11/2016), n.24282

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SALVAGO Salvatore – Presidente –

Dott. CAMPANILE Pietro – Consigliere –

Dott. SAMBITO Maria G.C. – Consigliere –

Dott. VALITUTTI Antonio – Consigliere –

Dott. LAMORGESE Antonio Pietro – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 1092-2012 proposto da:

INTERPORTO SUD EUROPA S.P.A. (p.i. (OMISSIS)), in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA

LIMA 7, presso l’avvocato PASQUALE IANNUCCILLI, che la rappresenta e

difende, giusta procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

COMUNE DI MARCIANISE, in persona del Sindaco pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, VIALE DEI PARIOLI 67, presso

l’avvocato ANTONIO LAMBERTI, che lo rappresenta e difende, giusta

procura a margine del controricorso;

L.F., elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE

CASTRENSE 7, presso l’avvocato ARMANDO PLACIDI, – rappresentata e

difesa dall’avvocato FRANCESCO PETRELLA, giusta procura a margine

del controricorso;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 1548/2011 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 06/05/2011;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

15/09/2016 dal Consigliere Dott. LAMORGESE ANTONIO PIETRO;

udito, per il controricorrente COMUNE, l’Avvocato LAMBERTI ANTONIO

che dichiara di aver ricevuto atto di rinuncia al ricorso da parte

dell’INTERPORTO. In ogni caso si riporta al controricorso per che il

Collegio potrà decidere;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CARDINO ALBERTO che ha concluso per l’estinzione per rinuncia.

Fatto

FATTI DI CAUSA E RAGIONI DELLA DECISIONE

L.F., proprietaria di un fondo in (OMISSIS), occupato dalla società Interporto Sud Europa per la realizzazione di strutture interportuali del polo (OMISSIS), ha proposto opposizione alla stima delle indennità di espropriazione ed occupazione.

La Corte d’appello di Napoli, con sentenza 6 maggio 2011, ha rigettato la domanda nei confronti del Comune di Marcianise; ha condannato l’Interporto Sud Europa a depositare l’indennità di espropriazione presso la Cassa depositi e prestiti, determinata in Euro 331.160,00, e ha rigettato la domanda relativa all’indennità di occupazione legittima.

Avverso questa sentenza l’Interporto ha proposto ricorso per cassazione affidato a due motivi, cui si è opposta la L.; il Comune di Marcianise ha presentato un controricorso adesivo al ricorso dell’Interporto.

Quest’ultimo ha depositato una memoria con la quale ha informato la Corte dell’avvenuta stipulazione di un atto transattivo con la L. (allegato alla memoria) e della sopravvenuta cessazione dell’interesse a coltivare il ricorso per cassazione; ha poi depositato un atto di rinuncia al ricorso notificato alle controparti.

Di conseguenza, deve dichiararsi estinto il giudizio.

PQM

La Corte dichiara estinto il giudizio.

Così deciso in Roma, il 15 settembre 2016.

Depositato in Cancelleria il 29 novembre 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA