Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24272 del 13/10/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 13/10/2017, (ud. 19/09/2017, dep.13/10/2017),  n. 24272

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele – Presidente –

Dott. VINCENTI Enzo – Consigliere –

Dott. ROSSETTI Marco – Consigliere –

Dott. TATANGELO Augusto – rel. Consigliere –

Dott. PELLECCHIA Antonella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al numero 25927 del ruolo generale dell’anno

2016, proposto da:

M.E., (C.F.: MRN LBT 51B45 B354I) rappresentata e difesa

dall’avvocato Annalisa Cancedda (C.F.: CNC NLS 57S45 B354Z)

– ricorrente-

nei confronti di:

COMUNE DI CAGLIARI, (C.F.: non indicato), in persona del Sindaco,

legale rappresentante pro tempore;

– intimato –

per la cassazione della sentenza della Corte di appello di Cagliari

n. 239/2016 pubblicata in data 1 aprile 2016;

udita la relazione sulla causa svolta nella camera di consiglio in

data 19 settembre 2017 dal consigliere Augusto Tatangelo.

Fatto

MOTIVI

La comunicazione del decreto di fissazione dell’adunanza camerale del 19 settembre 2017, con la proposta formulata dal relatore ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., comma 1, non risulta effettuata nel termine previsto dall’art. 380-bis c.p.c., comma 2, (comunicazione avvenuta in data 31 luglio 2017).

Va pertanto fissata nuova adunanza della Corte, e il relativo decreto andrà comunicato alle parti costituite nel termine di cui all’art. 380-bis c.p.c., comma 2.

PQM

 

La Corte:

rinvia a nuovo ruolo la trattazione del ricorso.

Motivazione semplificata.

Così deciso in Roma, il 19 settembre 2017.

Depositato in Cancelleria il 13 ottobre 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA