Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24269 del 13/10/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 13/10/2017, (ud. 19/09/2017, dep.13/10/2017),  n. 24269

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele – Presidente –

Dott. VINCENTI Enzo – Consigliere –

Dott. ROSSETTI Marco – Consigliere –

Dott. TATANGELO Augusto – rel. Consigliere –

Dott. PELLECCHIA Antonella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al numero 18146 del ruolo generale dell’anno

2016, proposto da:

F.M., (C.F.: (OMISSIS)) rappresentata e difesa dall’avvocato

Sabina Lorenzelli (C.F.: LRN SBN 67H58 H501Z);

– ricorrente –

nei confronti di:

M.M., (C.F.: (OMISSIS)) rappresentato e difeso

dall’avvocato Giacomo Ciardelli (C.F.: CRD GCM 46B21 L833F);

– controricorrente –

per la cassazione della sentenza della Corte di appello di Firenze n.

49/2016, pubblicata in data 13 gennaio 2016;

udita la relazione sulla causa svolta nella camera di consiglio in

data 19 settembre 2017 dal consigliere Augusto Tatangelo.

Fatto

MOTIVI

La comunicazione del decreto di fissazione dell’adunanza camerale del 19 settembre 2017, con la proposta formulata dal relatore ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., comma 1, non risulta effettuata nel termine previsto dall’art. 380-bis c.p.c., comma 2, (comunicazione avvenuta in data 31 luglio 2017).

Va pertanto fissata nuova adunanza della Corte, e il relativo decreto andrà comunicato alle parti costituite nel termine di cui all’art. 380-bis c.p.c., comma 2.

PQM

 

La Corte:

rinvia a nuovo ruolo la trattazione del ricorso.

Motivazione semplificata.

Così deciso in Roma, il 19 settembre 2017.

Depositato in Cancelleria il 13 ottobre 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA