Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 24029 del 23/10/2013


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Sent. Sez. L Num. 24029 Anno 2013
Presidente: VIDIRI GUIDO
Relatore: MAISANO GIULIO

MOTIVI DELLA DECISIONE
La conciliazione della lite in sede sindacale intervenuta tra le parti in data
18 febbraio 2009 nelle more del giudizio di Cassazione e depositata in atti,
comporta la cessazione della materia del contendere tra le stesse parti, che,
secondo la giurisprudenza di questa Corte (vedi, per tutte, le sentenze n.
13969/2004, 1048, 368/2000, 4918/98 delle sezioni unite, n. 14194, 14775,
6395/2004, 16987, 12844, 8478, 8200, 3122/2003, 6395, 6403, 10478,
14194, 14775, 22972/2004, 20860/2005 di sezioni semplici) si verifica
tutte le volte in cui venga meno, con la materia controversa, qualsiasi
posizione di contrasto tra le parti, ma non risulti possibile una declaratoria
di rinuncia agli atti o alla pretesa sostanziale.

Data pubblicazione: 23/10/2013

Come concordato fra le parti con il medesimo accordo, va disposta la
compensazione fra tali parti delle spese di giudizio.
P.Q.M.
La Corte di Cassazione dichiara inammissibile il ricorso;

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio del 4 luglio 2013.

Compensa fra le parti le spese di giudizio.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA