Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 23849 del 23/11/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. trib., 23/11/2016, (ud. 18/10/2016, dep. 23/11/2016), n.23849

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. BOTTA Raffaele – Presidente –

Dott. ZOSO Liana – Consigliere –

Dott. BRUSCHETTA Ernestino – rel. Consigliere –

Dott. MELONI Marina – Consigliere –

Dott. STALLA Giacomo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso n. 16063/11 proposto da:

Agenzia delle Entrate, in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliato in Roma, Via dei Portoghesi n.

12, presso l’Avvocatura Generale dello Stato, che la rappresenta e

difende ope legis;

– ricorrente –

contro

P.G. e Figli S.r.l., in persona del suo legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in Roma, Via

delle Quattro Fontane n. 15, presso lo Studio dell’Avv. Giuseppe

Tinelli, che la rappresenta e difende, giusta delega a margine del

controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 79/22/10 della Commissione Tributaria

Regionale del Lazio, depositata il 19 aprile 2010;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 18

ottobre 2016 dal Consigliere Dott. Bruschetta Ernestino;

udito l’Avv. dello Stato Paolo Marchini, per la ricorrente;

udito l’Avv. Maurizio De Lorenzi, per a controricorrente;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.ssa

DE MASELLIS Mariella, che ha concluso per l’inammissibilità del

ricorso per sopravenuta carenza di interesse.

Fatto

FATTO E DIRITTO

1. Il Collegio autorizza la motivazione semplificata, non essendo necessaria alcuna attività nomofilattica.

2. Con l’impugnata sentenza n. 79/22/10 depositata il 19 aprile 2010 la Commissione Tributaria Regionale del Lazio, accolto l’appello di P.G. e Figli S.r.l., in riforma della decisione n. 236/52/08 della Commissione Tributaria Provinciale di Roma, dichiarava “illegittimo” l’avviso n. (OMISSIS) con cui l’Agenzia delle Entrate liquidava d’ufficio l’imposta di registro relativa alla “sentenza civile n. (OMISSIS)” con la quale il Tribunale di Roma, definendo la controversia promossa dalla Ing. C. e Baldi S.p.A., nella qualità di mandatario dell’Associazione Temporanea d’Imprese (ATI), quest’ultima costituita anche dalla contribuente, condannava l’appaltante ANAS a corrispondere la somma di Euro 7.952.150,28 oltre rivalutazione e interessi.

3. L’Ufficio proponeva ricorso per cassazione affidato a sei motivi, cui la contribuente resisteva con controricorso, ulteriormente illustrato da memoria.

4. La contribuente ha fondatamente eccepito – come da allegata documentazione comunque in possesso dell’Ufficio – il difetto di interesse dell’Ufficio a coltivare il ricorso perchè l’imposta oggetto di lite era già stata pagata da altro coobbligato solidale.

5. Alla declaratoria di inammissibilità del ricorso per carenza di interesse, seguono le spese processuali liquidate come in dispositivo.

P.Q.M.

La Corte dichiara l’inammissibilità del ricorso per carenza d’interesse; condanna l’Ufficio a rimborsare alla contribuente le spese processuali, queste liquidate in Euro 7.000,00 a titolo di compenso, oltre a spese forfetarie e ad accessori di legge.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio, il 18 ottobre 2016.

Depositato in Cancelleria il 23 novembre 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA