Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 23769 del 11/10/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 11/10/2017, (ud. 19/07/2017, dep.11/10/2017),  n. 23769

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CRISTIANO Magda – Presidente –

Dott. BISOGNI Giacinto – rel. Consigliere –

Dott. MERCOLINO Guido – Consigliere –

Dott. TERRUSI Francesco – Consigliere –

Dott. FALABELLA Massimo Pietro – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:

Associazione Radio Missione Francescana, in persona del Presidente

legale rappresentante pro tempore padre T.G.,

rappresentata e difesa, giusta mandato a margine del ricorso,

dall’avv. Giorgio Orrico, unitamente e disgiuntamente all’avv.

Francesco Mantovani e all’avv. Sergio Blasi (fax 06/89018606, p.e.c.

sergioblasi(at)ordineavvocatiroma.org) presso il quale è

elettivamente domiciliata in Roma viale delle Milizie 38;

– ricorrente –

nei confronti di:

RMC Italia s.r.l. “Radio Montecarlo”, rappresentata e difesa, per

mandato a margine del controricorso, dall’avv. Marzia Amiconi (fax

06/37351931, p.e.c. marziaamiconi(at)ordineavvocatiroma.org)

elettivamente domiciliata in Roma viale Giuseppe Mazzini 88;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 228/2014 della Corte di appello di Milano,

emessa il 12 dicembre 2013 e depositata il 20 gennaio 2016, n. R.G.

417/2011.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Rilevato che:

1. Il Tribunale di Milano, con sentenza n. 12576/2010, ha accertato e dichiarato il diritto di RMC Italia di irradiare le proprie trasmissioni radiofoniche sulla frequenza 105.300 MHz con l’impianto sito in (OMISSIS) nell’area di Milano e provincia. Ha accertato l’esistenza di interferenze provocate dalle emissioni sulla stessa frequenza e nella stessa area, provenienti dall’Associazione Radio Missione Francescana che ha dichiarato responsabile per l’illecito di cui all’art. 2598 c.c., n. 3, con ordine di cessazione di ogni turbativa sino alla disattivazione dell’impianto e che ha condannato al risarcimento dei danni da liquidarsi in separato giudizio. Ha respinto le contrapposte domande della Associazione Radio Missione Francescana.

2. La Corte di appello di Milano – sezione specializzata per la proprietà industriale e intellettuale, con sentenza n. 228/14, ha confermato la decisione di primo grado.

3. Propone ricorso per cassazione l’Associazione Radio Missione Francescana affidandosi a due motivi di impugnazione: a) violazione e falsa applicazione dell’art. 345 c.p.c. in relazione all’art. 360 c.p.c., comma 1, n. 4; b) violazione artt. 24 e 111 Cost., in relazione all’art. 360 c.p.c., comma, n. 4.

Rilevato che:

4. In data 19 luglio 2017 il procuratore dell’Associazione Radio Francescana, avv. Giorgio Orrico, ha depositato atto di rinuncia al ricorso sottoscritto per accettazione della rinuncia e della richiesta di compensazione delle spese di lite da T.E., legale rappresentante di T.M.C. Italia s.r.l. “Radio Montecarlo” e, anche ai fini dell’autentica della sua firma, dall’avv. Marzia Amiconi, procuratrice e difensore della società contro ricorrente;

5. Il processo va pertanto dichiarato estinto senza ulteriori statuizioni sulle spese del giudizio di cassazione.

PQM

 

La Corte dichiara estinto il processo.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio, il 19 luglio 2017.

Depositato in Cancelleria il 11 ottobre 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA