Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 23691 del 10/10/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 10/10/2017, (ud. 15/05/2017, dep.10/10/2017),  n. 23691

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DOGLIOTTI Massimo – Presidente –

Dott. CAMPANILE Pietro – rel. Consigliere –

Dott. CRISTIANO Magda – Consigliere –

Dott. MARULLI Marco – Consigliere –

Dott. TERRUSI Francesco – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 27677/2016 proposto da:

B.M. ((OMISSIS)), BU.MI. ((OMISSIS))

B.V., B.A.M., b.m.,

B.R., B.S., B.C.,

B.G. ((OMISSIS)), BU.GI. ((OMISSIS))

B.A., B.V., elettivamente domiciliati in ROMA,

VIALE G. MAZZINI 142, presso lo studio dell’avvocato ENRICO BONELLI,

che li rappresenta e difende;

– ricorrenti –

contro

COMMISSARIO DELEGATO EX OPCM, MINISTERO DELL’INTERNO, PREFETTO DI

SALERNO, REGIONE CAMPANIA, ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE

PASSAVANT IMPIANTI SPA, SIDA SRL, SLED SPA;

– intimati –

avverso la sentenza n. 20235/2016 della CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

di ROMA, depositata il 07/10/2016;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 15/05/2017 dal Consigliere Dott. PIETRO CAMPANILE.

Fatto

RILEVATO IN FATTO

che:

i soggetti indicati in epigrafe hanno chiesto la correzione dell’errore contenuto nella sentenza di questa Corte n. 20235 del 2016, relativamente alla dicitura “di 450 Euro/mq”, di cui a pag. 12, quarto rigo, in luogo di quella “di 540 Euro/mq” risultante dalla stessa decisione, a pag. 11, e conforme alle risultanze processuali.

Diritto

CONSIDERATO IN DIRITTO

che:

trattasi all’evidenza di mero lapsus calami, come chiaramente emerge dal tenore della stessa motivazione, che, in altra parte, indica in 540 Euro al mq il valore unitario del bene, e, al quarto rigo di pagina 12 riporta il dato 450 Euro/mq.

PQM

 

Ordina correggersi l’errore materiale contenuto nella sentenza di questa Corte n. 20235 del 2016, nel senso che in luogo della dicitura “di 450 Euro/mq”, di cui a pag. 12, quarto rigo, deve leggersi “di 540 Euro/mq”.

Manda alla cancelleria per le annotazioni di legge.

Motivazione semplificata.

Così deciso in Roma, il 15 maggio 2017.

Depositato in Cancelleria il 10 ottobre 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA