Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 23642 del 27/10/2020

Cassazione civile sez. III, 27/10/2020, (ud. 30/06/2020, dep. 27/10/2020), n.23642

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ARMANO Uliana – Presidente –

Dott. GRAZIOSI Chiara – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – rel. Consigliere –

Dott. IANNELLO Emilio – Consigliere –

Dott. PORRECA Paolo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 9628-2019 proposto da:

C.G., M.L., C.M., elettivamente

domiciliate in ROMA, VIA GIUSEPPE FERRARI 11, presso lo studio

dell’avvocato ERIKA GIOVANNETTI, rappresentati e difesi dagli

avvocati ROBERTO MILIA, GIULIANO MILIA;

– ricorrenti –

contro

S.C.;

– intimata –

Nonchè da:

S.C., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA TEULADA,

52, presso lo studio dell’avvocato MAURIZIO GABRIELLI, che lo

rappresenta e difende;

– ricorrente incidentale –

contro

M.L., C.M., C.G.;

– intimate –

avverso la sentenza n. 75/2019 della CORTE D’APPELLO di L’AQUILA,

depositata il 15/01/2019;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

30/06/2020 dal Consigliere Dott. SCRIMA ANTONIETTA.

 

Fatto

RILEVATO IN FATTO

che:

M.L., C.G. e C.M. hanno proposto ricorso per cassazione, basato su quattro motivi e illustrato da memoria, avverso la sentenza della Corte di appello di L’Aquila, pubblicata il 15 gennaio 2019, con la quale è stato rigettato il gravame dalle medesime proposto nei confronti di S.C. e avverso la sentenza del Tribunale di Pescara n. 738/2018, con cui quel Giudice aveva rigettato le domande avanzate dalle attuali ricorrenti, quali eredi di C.A., nonchè da Ristorante la Lanterna di A.C. S.r.l. nei confronti della S. e volte a sentir accertare e dichiarare che il trasferimento del terreno sito in (OMISSIS), meglio descritto in citazione, dalla Val Turri S.r.l. alla convenuta era avvenuto in violazione del diritto di prelazione spettante alle attrici ai sensi della L. n. 392 del 1978, art. 38, con conseguente declaratoria del loro diritto a riscattare dalla medesima convenuta, ai sensi dell’art. 39 della legge citata, la proprietà del detto terreno al prezzo di Euro di Euro 21.000,00, ritenendo le attrici sostituite alla S. nell’atto di acquisto;

S.C. ha resistito con controricorso contenente pure ricorso incidentale condizionato, basato su un unico motivo.

Diritto

CONSIDERATO IN DIRITTO

che:

alla luce delle questioni poste dai motivi dei ricorsi proposti si rende opportuna la trattazione della causa in pubblica udienza.

P.Q.M.

la Corte rinvia la causa a nuovo ruolo, disponendone la trattazione in pubblica udienza.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio della Sezione Terza Civile della Corte Suprema di Cassazione, il 30 giugno 2020.

Depositato in Cancelleria il 27 ottobre 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA