Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 23316 del 16/11/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. VI, 16/11/2016, (ud. 05/07/2016, dep. 16/11/2016), n.23316

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DOGLIOTTI Massimo – Presidente –

Dott. RAGONESI Vittorio – Consigliere –

Dott. CRISTIANO Magda – rel. Consigliere –

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Consigliere –

Dott. ACIERNO Maria – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 23131/2013 proposto da:

UNICREDIT s.p.a., (OMISSIS), in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, alla via ALBERICO II 33,

presso lo studio dell’avvocato ELIO LUDINI, rappresentata e difesa

dagli avvocati MARIA ROSARIA DE SIMONE e GAETANO SIMONE, giusta

procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

FALLIMENTO della (OMISSIS) s.r.l.;

– intimato –

avverso il decreto del TRIBUNALE di NOLA del 06/06/2013, depositato

il 26/07/2013;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

05/07/2016 dal Consigliere Relatore, D.ssa Magda Cristiano.

Fatto

FATTO E DIRITTO

E’ stata depositata la seguente relazione:

1) Unicredit s.p.a. impugna con ricorso per cassazione, affidato a cinque motivi, il decreto del Tribunale di Nola che ha respinto l’opposizione L. Fall., ex art. 98, da essa proposta. per ottenere l’ammissione allo stato passivo del Fallimento della (OMISSIS) s.r.l. del credito chirografario preteso a titolo di saldo debitore del rapporto di conto corrente intrattenuto con la società poi fallita.

Il Fallimento intimato non svolge attività difensiva.

2) Con tutti e cinque i motivi del ricorso, denunciando violazione degli art. 2712, 2697 e 1832 c.c., artt. 112, 116 e 132 c.p.c., Unicredit lamenta che, pur in difetto di contestazioni del curatore, rimasto contumace nel giudizio, il tribunale abbia escluso la valenza probatoria delle copie degli estratti del conto corrente da essa depositati in giudizio, ritenendo necessaria un’attestazione (proveniente da un funzionario della banca o dal notaio) della loro conformità alle scritture contabili.

I motivi, esaminabili congiuntamente, appaiono manifestamente fondati, atteso che, sia che si vogliano ritenere gli estratti “uso interno” del conto corrente prodotti in giudizio dalla banca quali riproduzioni meccaniche di supporti magnetici, sia che li si voglia qualificare quali mete copie fotografiche delle scritture, la loro conformità agli originali non poteva essere posta in dubbio dal tribunale in mancanza di espresso disconoscimento del curatore (artt. 2712 e 2719 c.c.). Ne consegue che, contrariamente a quanto affermato dal giudice del merito, i documenti formavano piena prova dell’andamento del rapporto di conto corrente.

Si dovrebbe pertanto concludere per l’accoglimento del ricorso, con decisione che potrebbe essere assunta in Camera di consiglio, ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c..

Il collegio ha esaminato gli atti, ha letto la relazione e ne ha condiviso le conclusioni.

Il ricorso deve pertanto essere accolto, con conseguente cassazione del decreto impugnato e rinvio della causa al Tribunale di Nola in diversa composizione, che liquiderà anche le spese di questo giudizio di legittimità.

PQM

La Corte accoglie il ricorso, cassa il decreto impugnato e rinvia al Tribunale di Nola in diversa composizione, anche per le spese del giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, il 5 luglio 2016.

Depositato in Cancelleria il 16 novembre 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA