Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 2317 del 30/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 2317 Anno 2018
Presidente: CIRILLO ETTORE
Relatore: MANZON ENRICO

ORDINANZA
sul ricorso 28692-2016 proposto da:
GUERRA ETERNA, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA
AMA NUOVA 37, presso lo studio dell’avvocato GIUSEPPE
SPAGNUOLO, che la rappresenta e difende;

– ricorrente contro
EQUITALIA SERVIZI DI RISCOSSIONE SPA 13756881002;

– intimata avverso la sentenza n. 9066/4/2016 della COMMISSIONI
TRIBUTARIA REGIONALE di NAPOIA SEZIONI
DISTACCATA di SALERNO, depositata il 18/10/2016;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del
21/12/2017 dal Consigliere Dott. ENRICO MANZON.

2

RICH
-7y•

Data pubblicazione: 30/01/2018

»f

ct ì

Disposta la motivazione semplificata su concorde indicazione del
Presidente e del Relatore.
Rilevato che:
Con sentenza in data 11 ottobre 2016 la Commissione tributaria
regionale della Campania, sezione distaccata di Salerno, respingeva

della Commissione tributaria provinciale di Salerno che ne aveva
dichiarato inammissibile il ricorso contro l’estratto di ruolo per tributi
erariali 1995. La CTR osservava in particolare che la sentenza appellata
era dirimentemente corretta in punto intempestività del ricorso
orginario della contribuente.
Avverso la decisione ha proposto ricorso per cassazione la Guerra
deducendo un motivo unico.
L’intimato Agente della riscossione non si è difeso.
Considerato che:
Con l’unico mezzo dedotto —ex art. 360, primo comma, n. 5, cod.
proc. civ.- la ricorrente denuncia la nullità della sentenza impugnata per
omesso esame di un fatto decisivo controverso, poiché la CTR
limitandosi a confermare il giudizio della CTP sulla non tempestività
del suo ricorso introduttivo della lite, non aveva esaminato le sue
eccezioni relative ai vizi della notifica della cartella esattoriale correlata
all’atto impugnato e delle ulteriori conseguenti eccezioni pregiudiziali
di merito; afferma inoltre che comunque l’impugnazione dell’estratto
di ruolo non è soggetta ai termini decadenziali di cui all’art. 21, d.lgs.
546/1992.
La censura è infondata.
Va ribadito che «In tema di processo tributario, premesso che, per
ragioni di tutela del contribuente e del buon andamento della P.A.,
ogni atto adottato dall’ente impositore che porti a conoscenza del
Ric. 2016 n. 28692 sez. MT – ud. 21-12-2017
-2-

l’appello proposto da Guerra Eterna avverso la sentenza n. 4531/8/15

contribuente una specifica pretesa tributaria, con l’esplicitazione delle
sue concrete ragioni fattuali e giuridiche, e senza che sia necessario che
essa sia manifestata in forma autoritativa, è impugnabile davanti al
giudice tributario anche se non è incluso nell’elenco di cui all’art. 19 del
d.lgs. n. 546 del 1992, tale impugnazione deve tuttavia rispondere alla

tempestività ex art. 21 del citato decreto, la cui sussistenza deve essere
provata, per regola generale, dallo stesso ricorrente, con riguardo alla
data dell’av-venuta conoscenza dell’atto enunciativo della pretesa
tributaria» (Sez. 5 – , Sentenza n. 13584 del 30/05/2017, Rv. 644356 02).
Rilevato in fatto che risulta pacifico che la contribuente ha avuto
conoscenza dell’estratto di ruolo impugnato il 18 dicembre 2013 e che
lo ha impugnato con ricorso notificato all’Agente della riscossione il 5
marzo 2015, è evidente che la sentenza impugnata è conforme al
principio di diritto di cui a tale arresto giurisprudenziale.
Il ricorso va dunque rigettato.
Nulla per le spese stante la mancata difesa dell’intimato Agente della
riscossione.
PQM
La Corte rigetta il ricorso.
Ai sensi dell’art. 13, comma 1 quater del d.P.R. 115 del 2002, dà atto
della sussistenza dei presupposti per il versamento da parte della
ricorrente dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a
quello dovuto per il ricorso a norma del comma 1 bis dello stesso
articolo 13.
Così deciso in Roma, 21 dicembre 2017

disciplina che le è propria e, in primo luogo, al requisito della

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA